Ospedale da campo Croce rossa italiana a Terni è pronto, non ancora utilizzato

 
Chiama o scrivi in redazione


Ospedale da campo CRI a Terni, accolto i primi due pazienti Covid

Ospedale da campo Croce rossa italiana a Terni è pronto, non ancora utilizzato

Oggi è stato effettuato un sopralluogo presso l’ospedale da campo dell’azienda ospedaliera di Terni per valutare, nell’ambito del piano di emergenza regionale, il migliore utilizzo possibile dei nuovi posti letto dedicati ai pazienti Covid. Presenti il direttore regionale della sanità Claudio Dario con l’architetto Evelina Autiello, il commissario regionale per l’emergenza Covid Antonio Onnis, la delegata di Guido Bertolaso Patrizia Arnosti, il sindaco di Terni Leonardo Latini insieme all’assessore regioanle Enrico Melasecche e all’ufficio di presidenza del consiglio, e il presidente della Fondazione CARIT Luigi Carlini, che hanno potuto visitare la struttura e conoscere la nuova organizzazione del Santa Maria di Terni per far fronte all’emergenza.

  • Ad accompagnarli la direzione aziendale al completo, il direttore regionale della Protezione Civile Stefano Nodessi e il coordinatore regionale della Croce Rossa Paolo Scura.

La struttura consentirà di alleggerire la pressione sull’ospedale che, oltre alle urgenze, sta continuando a garantire le prestazioni ambulatoriali già programmate e sta definendo soluzioni per riprendere anche l’attività chirurgica non urgente. o sforzo di tutti è massimo.

La struttura è stata ultimata e comprende 20 posti letto di bassa-media intensità di cura ma potrebbe prevedere sicuramente anche posti di Sub-intensiva. In corso di valutazione. Al momento non è utilizzata, ma è pronta!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*