Inclusione e Solidarietà: Free Wheels e A.V.I. Umbria Promuovono la Vita Indipendente a Perugia

Un viaggio in sedia a rotelle e ipovedenti attraverso le terre di San Francesco promuove l'accessibilità e l'assistenza paritaria, mentre l'Azienda Ospedaliera di Perugia presenta nuove iniziative per una vita indipendente.

Inclusione Solidarietà: Free Wheels A.V.I. Umbria Vita Indipendente

Inclusione e Solidarietà: Free Wheels e A.V.I. Umbria Promuovono la Vita Indipendente a Perugia

Mercoledì 22 maggio, presso l’Ospedale di Perugia, arriveranno i viaggiatori di Free Wheels, impegnati in un pellegrinaggio accessibile da Ancona a Roma, seguendo le orme di San Francesco. Questo evento, parte dell’iniziativa “Sui passi di Francesco, in cammino per l’accessibilità e la pace”, mira a sensibilizzare sull’importanza del pellegrinaggio inclusivo in vista del Giubileo 2025. Free Wheels, in collaborazione con l’associazione NoisyVision, promuove il turismo accessibile attraverso una serie di viaggi che coinvolgono sei persone in sedia a rotelle e due ipovedenti, attraversando le regioni di Marche, Umbria e Lazio. Il loro destino finale sarà San Pietro, dove incontreranno Papa Francesco il 29 maggio durante l’udienza generale.

Durante il percorso, sei dei viaggiatori utilizzano sedie a rotelle, supportati da un propulsore elettrico chiamato Klick, che consente loro di affrontare terreni anche accidentati. Gli altri due partecipanti, ipovedenti, si alternano lungo il percorso, utilizzando un tandem a guida assistita. Un ciclista accompagna il gruppo, fungendo da guida e apripista. Lungo il tragitto, i partecipanti visitano Centri di Eccellenza sulle disabilità sensoriali e Unità spinali in varie città, incontrando persone con lesioni midollari per condividere un messaggio di speranza e resilienza.

L’arrivo dei viaggiatori a Perugia offre all’Azienda Ospedaliera l’opportunità di presentare le nuove iniziative per una vita indipendente durante un convegno presso la sala Montalcini del CREO. La riorganizzazione dell’Unità Spinale Unipolare e l’attivazione del presidio fisso A.V.I. Umbria – Agenzia per la Vita Indipendente presso la struttura ospedaliera sono tra le novità presentate. Questo presidio prevede la presenza di “consulenti alla pari”, persone con disabilità o loro familiari appositamente formati per offrire sostegno ai pazienti che affrontano una nuova condizione di vita dopo un evento traumatico o patologico.

Andrea Tonucci, presidente di A.V.I. Umbria APS, spiega che i “consulenti alla pari” offrono supporto concreto e personalizzato basato sulla propria esperienza, aiutando i pazienti a trovare soluzioni per una vita indipendente. L’obiettivo del progetto è quello di “Attivare capacità = generare opportunità per una vita indipendente”, offrendo supporto territoriale e virtuale innovativo.

Il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, Giuseppe De Filippis, sottolinea che il convegno si concentra su azioni per migliorare l’assistenza alle persone con lesioni al midollo spinale, con particolare attenzione ai diritti alla salute e sociali. La riorganizzazione dell’Unità Spinale Unipolare include nuove attività clinico-assistenziali e servizi socio-sanitari, come i “consulenti alla pari”, frutto della collaborazione con associazioni di pazienti come AVI Umbria e Fondazione Serena Olivi, in linea con l’accordo siglato con FAIP – Federazione Associazioni Italiana Paratetraplegici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*