Il Rotary Club di Città di Castello Dona Strumentazione Avanzata all’Ospedale Locale

Il Reparto di Ostetricia e Ginecologia Riceve una Sonda Ecografica Wireless e una Camicia Operativa

Il Rotary Club di Città di Castello Dona Strumentazione Avanzata

Il Rotary Club di Città di Castello Dona Strumentazione Avanzata all’Ospedale Locale

Il 11 giugno 2024, il Rotary Club di Città di Castello ha fatto un gesto generoso, donando al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale locale una sonda ecografica wireless Pan-Scanner Convex e una camicia operativa completa. La cerimonia di consegna si è svolta presso la sala riunioni della direzione ospedaliera, alla presenza di figure importanti come Silvio Pasqui, direttore del Presidio Ospedaliero Alto Tevere Usl Umbria 1, Dario Rossetti, direttore f.f. del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Città di Castello Usl Umbria 1, e Michele Cacioni, presidente del Rotary Club di Città di Castello.

Dario Rossetti ha spiegato che la sonda è uno dei dispositivi più innovativi nel campo dell’ecografia. Questo strumento permetterà di eseguire rapidamente ecografie direttamente al letto della paziente. Grazie alle sue dimensioni compatte, sarà possibile effettuare misurazioni avanzate con diversi sistemi, tra cui B-Mode, M-Mode, Color Doppler, Power Doppler e Doppler Pulsato. Il software associato alla sonda permetterà di eseguire biometrie fetali con stima del peso, frazioni di eiezioni, velocità e gradienti.

L’utilizzo di questo strumento innovativo sarà rivolto sia alle pazienti in gravidanza, sia alle pazienti ricoverate per motivi ginecologici. Questo permetterà di eseguire rapide valutazioni addominali pre e post operatorie in totale libertà. Inoltre, la sonda sarà utilizzata anche in sala parto, dove integrerà la semeiotica del personale medico ed ostetrico con l’alta qualità dell’immagine ecografica. Questo sarà fondamentale durante le fasi del travaglio di parto, permettendo di prendere decisioni rapide e sicure.

La donazione del Rotary Club include anche una camicia operativa isteroscopica, che permetterà di offrire soluzioni terapeutiche mini-invasive ambulatoriali, evitando così il ricorso obbligatorio alla sala operatoria. Grazie a questa donazione, sarà possibile rimuovere ambulatorialmente piccole neoformazioni uterine, spirali dislocate e soprattutto eseguire biopsie endometriali mirate sotto guida ottica.

Il presidente del Rotary Club, Michele Cacioni, ha espresso con orgoglio che questa donazione ha lo scopo di incrementare il numero delle procedure e ridurre così le liste d’attesa. Ha ricordato che il Rotary Club di Città di Castello, da sempre al servizio della comunità e delle istituzioni, ha dimostrato sensibilità alla richiesta di aiuto da parte dell’ospedale di Città di Castello.

Infine, il direttore Silvio Pasqui ha espresso un ringraziamento speciale al Rotary Club di Città di Castello, sottolineando la sua costante presenza e il supporto alle attività dell’ospedale. Ha ribadito che la donazione dell’attrezzatura al reparto di Ostetricia e Ginecologia di Città di Castello consentirà di ridurre i tempi di attesa e di trasformare le prestazioni da regime di ricovero a prestazione ambulatoriale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*