Coronavirus, mancano i ventilatori, Tesei scrive al Governo

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, mancano i ventilatori, Tesei scrive al Governo

Coronavirus, mancano i ventilatori, Tesei scrive al Governo

Mancano le mascherine, ma non è solo questo: mancano anche i ventilatori e la regione scrive al Governo. Lo riporta oggi il Messaggero Umbria. Ieri è partita una lettera al Governo della presidente Tesei controfirmata dal prefetto Claudio Sgaraglia. In indirizzario anche il ministro della Sanità Roberto Speranza, al ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese e al titolare degli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia.

I nuovi posti letto per accogliere i malati di Covid-19 rischiano di non poter essere attivati perché manca il ventilatore polmonare. La lettera mette in chiaro la situazione dell’Umbria.

A fronte di sessanta postazioni che necessitano di ventilatori polmonari, ne arriveranno ventotto. I primi due forse tra qualche mese. Dalla regione sono preoccupati anche guardando l’evoluzione del contagio in regione. Nella lettera verrebbe anche segnalata la necessità che servono la mascherine.

Non tanto quelle cosiddette chirurgiche, ma quelle Ffp2 e Ffp3, cioè quelle più performanti. Gli ultimi aggiornamenti del fabbisogno di mascherine dicono che quelle più performanti ne servono circa diecimila a settimana; mentre di quelle cosiddette chirurgiche ne servono circa 13 mila. Numeri che cambiano a secondo di come evolve il contagio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*