Conflitti di interesse nel pubblico impiego sanitario: evento formativo promosso dall’Azienda Ospedaliera di Perugia

Conflitti di interesse nel pubblico impiego sanitario: evento formativo

Conflitti di interesse nel pubblico impiego sanitario: evento formativo promosso dall’Azienda Ospedaliera di Perugia

‘Incarichi, incompatibilità e conflitti di interesse nel pubblico impiego sanitario’. È stato questo il focus dell’evento formativo promosso dall’Azienda Ospedaliera di Perugia e rivolto al personale amministrativo e sanitario delle Aziende Sanitarie Umbre e dell’Università degli Studi di Perugia.


Fonte: Comunicazione e stampa – Staff Direzione generale
Ospedale di Perugia


L’evento, che si è svolto nella mattina di lunedì 4 ottobre nell’aula magna del Polo Didattico Medicina e Chirurgia, si è avvalso della docenza del professor Vito Tenore, presidente di Sezione della Corte dei Conti della Lombardia e formatore dall’esperienza pluridecennale, professore alla SNA (ex Scuola Superiore della pubblica amministrazione), consulente in materia di pubblico impiego e autore di oltre 150 articoli in materia di diritto amministrativo, diritto del lavoro pubblico e contabilità di Stato.

Un tema quanto mai attuale quello scelto per il corso formativo: aggiornare il personale della pubblica amministrazione sull’attuale quadro normativo in materia di incarichi esterni, al fine di prevenire i rischi di responsabilità disciplinare e amministrativo contabile.

La prima parte dell’evento è stata incentrata sul quadro normativo in materia di incarichi ai pubblici dipendenti (con particolare riguardo al comparto sanità), le attività vietate e quelle autorizzabili e i conflitti di interesse alla luce della Legge anticorruzione 190 del 2012. Responsabilità disciplinare conseguente alle attività esterne non autorizzate e presupposti e caratteristiche del danno erariale, invece, sono stati discussi dal relatore nel corso della seconda parte.

L’evento di oggi sarà il primo di una serie di iniziative periodiche rivolte al personale amministrativo ma anche alla componente delle professioni sanitarie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*