Trasporto pubblico locale, Forza Italia Umbria schierata contro i tagli

Trasporto pubblico locale, Forza Italia Umbria schierata contro i tagli

Forza Italia Umbria schierata contro i tagli indiscriminati al trasporto pubblico locale. Si sono incontrati ieri mattina, 15 luglio, su iniziativa del Presidente del Gruppo Regionale del partito Roberto Morroni, i parlamentari Catia Polidori, Fiammetta Modena e Raffaele Nevi, insieme ad una delegazione di amministratori locali tra cui i sindaci di Perugia Andrea Romizi, di Todi Antonino Ruggiano e di Norcia Nicola Alemanno. Presente anche Cristina Bertinelli, coordinatrice tecnica del Comitato per la stesura delle linee guida programmatiche Forza Italia regionale.

Nella Sala della Partecipazione di Piazza Italia, al centro della discussione le forti criticità emerse a causa dei tagli alla mobilità da parte della Regione Umbria. L’incontro allargato ha rappresentato l’opportunità di una ricognizione delle problematiche generate dalle sconsiderate scelte politiche a danno dei cittadini effettuate dall’attuale maggioranza governativa di centrosinistra. È mancata, infatti, la capacità di programmazione del sistema trasportistico.

Questa circostanza, per Forza Italia, è la cartina di tornasole di un generale fallimento politico e amministrativo. I disagi subiti dalla popolazione, in particolare da lavoratori e anziani, non potendo più usufruire di un servizio urbano ed extraurbano fondamentale, sono da attribuirsi proprio all’inadeguatezza di questo governo. Nella riunione degli esponenti di Forza Italia si è deciso, pertanto, di creare una cabina di osservazione e monitoraggio mirata a ripristinare un trasporto puntuale in ogni area.

Particolare e immediata attenzione verrà prestata per l’inizio del nuovo anno scolastico, già alle porte. Tutti i partecipanti all’incontro hanno espresso, infine, l’esigenza e la volontà di realizzare un moderno sistema di trasporto regionale, una mobilità efficiente, qualificante e strategica per l’Umbria e il suo sviluppo sostenibile.

Commenta per primo

Rispondi