Terremoto in Giunta a Terni, via due assessori, pronti tre nomi

Terremoto in Giunta a Terni, via due assessori, pronti tre nomi

Terremoto in Giunta a Terni, via due assessori, pronti tre nomi

Sonia Bertocco (Fi) e Marco Cecconi (Fd’I) sono gli assessori che sono fuori dalla Giunta di Leonardo Latini a Terni. Il rimpasto, per certi versi annunciato e atteso, è arrivato. Ci sono già tre nomi che sarebbeo pronti ad entrare nell’esecutivo, già pronto per Sara Francescangeli (Lega), Cristiano Ceccotti (Lega) e Orlando Masselli (Fratelli d’Italia).

Deleghe? Tenendo conto che c’è ancora quella del bilancio da riassegnare dopo le dimissioni di Fabrizio Dominci. Il sociale andrebbe al leghista Ceccotti, al Carroccio anche il personale alla Francescangeli e Masselli, forse, al bilancio.

Sonia Bertocco, sulla sua pagina facebool scride: “Questa mattina ho inviato comunicazione al sindaco Leonardo Latini di miei dimissioni irrevocabili. Per motivi del tutto personali considero conclusa la mia esperienza come amministratore comunale.



Ringrazio il sindaco di Terni e il mio partito, Forza Italia, di avermi dato l’opportunità di una esperienza straordinaria, quella di contribuire al rilancio amministrativo del comune di Terni, ente che proviene da vicende molto travagliate che lo hanno indebolito sia sul versante economico che su quello organizzativo.

L’anno di amministrazione è stato molto intenso, faticosissimo, ma ricco anche di risultati. Per quello che mi riguarda sono molto soddisfatta del lavoro per la riorganizzazione del personale, con il nuovo modello organizzativo.

Ora il comune è tornato in grado di assicurare i servizi e di recuperare produttività. Sarà a brevissimo nelle condizioni di assumere quel personale giovane e motivato che serve a sopperire alle emorragie degli ultimi anni.



Abbiamo siglato ottimi accordi che rimettono al centro la premialita e gli incentivi per chi lavora, per chi assicura servizi rilevanti per la cittadinanza.

Ritengo sopratutto di aver portato all’interno dell’Ente quell’approccio manageriale e pragmatico che serve ad ogni buona struttura lavorativa. Ringrazio i tanti dipendenti comunali che hanno dato la disponibilità al cambiamento, ringrazio le organizzazioni sindacali per il confronto serrato ma sempre costruittivo e teso all’Interesse del Comune e della città.

La mia passione politica non si conclude con quella amministrativa. Continuerò a dare il mio apporto in Forza Italia, in particolare per i progetti che riguardano Terni, nella convinzione che il Paese, la nostra città abbiano bisogno anche di una forza politica che rappresenti il mondo delle imprese, dell’associazionismo di categoria, tutte le attività produttive e tutti i cittadini che credono in una comunità libera, produttiva e sicura.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
11 + 14 =