Salvini assenteista e ciarlatano? Umbro nei guai per un post su Facebook

Ministro Matteo Salvini, 20 nuovi agenti in Umbria entro febbraio 2019
Ministro Matteo Salvini

Salvini assenteista e ciarlatano? Umbro nei guai per un post su Facebook Un sessantenne di Montone è finito nei guai per aver scritto su Facebook un post contro il Ministro degli Interni, Matteo Salvini. I fatti risalgono al 15 luglio 2017 e il post incriminato è questo: “Ma Salvini il Ciarlatano che ruba lo stipendio al parlamento europeo con il 90 per cento di assenteismo…lo avete assurto a idolo di Todi… servi senza cervello”. Un post che non è andato giù a Salvini che difeso dall’avvocato Claudia Eccher ha  presentato la richiesta di risarcimento di 30 mila euro più tutte le spese legali per la presunta diffamazione. Lo riporta il sito web perugiatoday.it

L’umbro è difeso dal legale Ilaria Iannucci. Il 17 ottobre si è svolta la prima udienza dove Matteo Salvini e la Lega Nord hanno fatto richiesta di costituirsi parte civile. Il sessantenne dunque è imputato per diffamazione mediante l’utilizzo di social network.

Ma da quanto appreso ciò che è scritto sul post non corrisponde a verità e il legale ha smontato l’accusa di un Salvini poco presente in Europa durante il suo mandato di Europarlamentare. La consultazione dei dati ufficiali pubblicati nel sito di controllo MepRanking sulla produttività dei politici europei dimostra l’elevata partecipazione di Matteo Salvini alla Politica europea. Salvini ha preso parte al 78 per cento delle sedute plenarie così come riportato nel pdf sotto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*