Registro dei tumori, De Luca, che fine ha fatto la convenzione di cui parlava l’assessore

 
Chiama o scrivi in redazione


Vertenza Treofan, De Luca (M5S): "Ora tocca alla Regione"

Registro dei tumori, De Luca, che fine ha fatto la convenzione di cui parlava l’assessore

“’Registro dei tumori, sarà presto rinnovata la convenzione per far ripartire l’attività’. Questo annunciava l’assessore regionale alla sanità, Luca Coletto lo scorso febbraio, in seguito alle audizioni che in Terza Commissione avevano fatto emergere i tagli alla convenzione tra Regione e Università. Purtroppo, come spesso accade, agli annunci e alle promesse non seguono i fatti”. Così il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca, che ricorda come “in un’interrogazione presentata lo scorso 11 febbraio chiedevamo conto della continuità operativa del Registro e soprattutto una nuova convenzione pluriennale per garantire adeguate risorse”.

“Ancora nessuna risposta dall’assessore alla nostra interrogazione – stigmatizza il capogruppo pentastellato – e ovviamente nessuna nuova convenzione per far ripartire l’attività del Registro tumori, ferma al 2016. Non basta nascondersi dietro ai tagli del passato. La convenzione con l’Università dal 1993 al 2015 – ricorda – prevedeva una spesa annua di 380 mila euro.

Spesa che poi nel 2016 è passata a 180 mila euro con alcuni mesi non coperti ed il personale ridotto da 16 a 5 unità. Ma ora spetta alla nuova amministrazione decidere se investire o meno su un’idea di sanità pubblica basata sul controllo dei fenomeni”. “Il Registro tumori – spiega De Luca – è una struttura complessa che recepisce dati da diverse fonti e li mette a disposizione su un sito pubblico, assolvendo compiti di epidemiologia descrittiva e attuando la sorveglianza attraverso la produzione dei dati di incidenza.

Oltre a descrivere il fenomeno, compito del Registro tumori è anche quello di fare ricerca offrendo un servizio per il miglioramento dell’oncologia regionale. Una componente fondamentale nella lotta ai tumori perseguita in tutto il mondo grazie all’opera dei Registri presenti in tutte le nazioni avanzate, riuniti a livello mondiale nella International association of cancer registries”.

“Dopo le denunce sul mancato rinnovo della convenzione tra Regione e Università – aggiunge De Luca -, l’assessore Coletto si era impegnato con tanto di comunicati a farne una nuova e far ripartire l’attività del Registro tumori. Ad oggi, oltre a non aver risposto all’interrogazione, della convenzione non se n’è saputo più nulla. Ci chiediamo – conclude Thomas De Luca – se la Giunta regionale intenda salvaguardare la continuità e l’operato del Registro tumori umbro potenziando le risorse. L’assessore Coletto chiarisca definitivamente quali sono le risorse che la Giunta intende mettere a disposizione e le tempistiche per la firma di nuovo protocollo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*