Recovery Fund, Ciprini (M5S): “Modernizzare la PA puntando su formazione e lavoro agile”

priorità che consentirà di migliorare la qualità della vita dei lavoratori e la produttività

 
Chiama o scrivi in redazione


“La sfida del Recovery Fund è un’occasione unica per la Pubblica Amministrazione e condivido la ferma volontà della ministro Dadone di lavorare sulla formazione del personale, sulle soft skills e sulle modalità di reclutamento. Particolarmente positiva anche l’idea di far nascere 150 Poli territoriali avanzati in grado di funzionare come centri innovativi per il reclutamento, il lavoro agile e flessibile e la formazione” – afferma la deputata 5 Stelle in commissione Lavoro Tiziana Ciprini

“Ritengo un’assoluta priorità la questione del lavoro flessibile e agile che consente di migliorare non solo la qualità della vita dei lavoratori, ma anche la produttività. E’ inoltre un’iniziativa importante quella del portale unico per i servizi della PA che possa portare alla condivisione dell’immensa quantità di dati della pubblica amministrazione così da rendere più facile e personalizzata l’esperienza dell’utente.

I cittadini – prosegue Ciprini – potranno trovarsi di fronte a uffici in grado di rispondere in maniera sempre più veloce alle esigenze di ognuno. È di particolare importanza l’attenzione alle politiche attive del lavoro, soprattutto per ciò che riguarda la formazione del personale, anche da remoto. Utile la verifica costante delle competenze degli operatori della PA, allo scopo di pianificare in maniera mirata la formazione e integrarla laddove necessario.

Il piano presentato dalla ministro è assolutamente positivo e punta a una PA moderna, trasparente e amica dei cittadini utenti. Abbiamo finalmente una visione moderna del lavoro pubblico, la stessa visione che portiamo avanti come M5S in commissione – conclude Ciprini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*