RdC, bilancio primo anno dall’entrata in vigore. Ciprini (M5S): “Misura efficace di inclusione sociale e politica attiva del lavoro per 2 milioni e mezzo di persone”

in Umbria su un totale di circa 13 mila domande presentate, sono state quasi 11mila quelle accolte

Foto by Gds

“Ad un anno dall’entrata in vigore del Reddito di Cittadinanza possiamo confermare una volta di più l’efficacia della misura sia come contrasto alle disuguaglianze, sia come strumento di inclusione sociale e politica attiva del lavoro: ad oggi, sono circa 2 milioni e mezzo le persone che finalmente possono avere accesso ai servizi di base e far fronte alle spese quotidiane necessarie” – afferma la parlamentare 5Stelle in commissione Lavoro, Tiziana Ciprini.

“Le grandi città del Centro-Nord arrivano subito dopo quelle del Sud per diffusione di RdC, mentre in Umbria su un totale di circa 13 mila domande presentate, sono state quasi 11mila quelle accolte: numeri rilevanti, che certificano quanto fosse necessario ed urgente varare questo importantissimo provvedimento.

Provvedimento che oltretutto è supportato da importanti politiche attive per chi può lavorare, come il Patto per il lavoro, il Patto di Formazione e gli incentivi alle imprese per assumere beneficiari della misura, oltre che investimenti di circa 1 miliardo per i Centri per l’Impiego e l’assunzione di circa 11 mila nuovi operatori.

In questo primo anno, grazie all’introduzione del RdC, abbiamo dato e continuiamo a dare la possibilità a milioni di cittadini di gestire meglio, e con qualche ansia in meno, le spese familiari oltre che progettare il futuro con maggiore tranquillità” – conclude Ciprini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*