Politiche 2018, il Popolo della Famiglia presenta i propri candidati

Conferenza stampa tenuta dal Popolo della Famiglia alla Sala della Vaccara

Popolo della famiglia, il vero profitto è la dignità del lavoratore

Politiche 2018, il Popolo della Famiglia presenta i propri candidati

di Martina Rastelli
PERUGIA – Il popolo della famiglia ha tenuto una conferenza stampa il giorno 2 febbraio 2018, ore 16, alla Sala della Vaccara del Comune di Perugia per presentare i propri candidati alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo. La conferenza stampa è stata tenuta, oltre che dai candidati, anche dal dirigente nazionale del Popolo della Famiglia: Filippo Grigolini.

Il primo candidato ad intervenire, Claudio Iacono, spiega la nascita di questo nuovo modello politico che vuole essere alternativo sia alla destra che alla sinistra “il Popolo della Famiglia nasce nel 2016 subito dopo il Family day. Abbiamo pensato che per i cattolici era giunta l’ora di avere una rappresentanza in parlamento, cosi, abbiamo cercato di creare una forza radunando tutte le persone di buona volontà in Italia per poter riportare dentro il parlamento persone che tenessero ai valori non negoziabili: della famiglia, e della vita.”

Ha poi aggiunto “noi vogliamo che un bambino abbia diritto di vivere, e che nessuno possa togliere la vita fino alla morte naturale. Noi vogliamo che le persone che si trovano in difficoltà, siano accudite e non eliminate”, facendo, cosi, un appello a tutti coloro che sono legati ai valori fondamentali, di votare il popolo della famiglia.

Paola Caldarelli, candidata nel collegio uninominale Foligno, sottolinea l’importanza della tutela della vita e della famiglia “la mia esperienza personale mi porta a sperare in una rinascita del nostro paese, cominciando dai valori della famiglia”. Ciò che il Popolo della Famiglia trova inaccettabile dice la candidata, sono l’aborto e il diritto alla morte.

Diego Esposito, candidato nel collegio uninominale Terni, ha, principalmente, focalizzato il suo interesse nell’aspetto economico, sottolineando la necessità di aiutare economicamente le famiglie che presentano delle difficoltà, come famiglie numerose o con persone disabili. Dopo aver ascoltato i temi trattati dai vari candidati, ha preso parola il dirigente nazionale Filippo Grigolini, sottolineando, in primo luogo, il suo onore nell’essere qui presente. Filippo Grigolini esplicita tutti i punti su cui si basa il Popolo della Famiglia descrivendolo come un movimento politico, ormai, consolidato e non più nuovo.

Con soddisfazione il dirigente puntualizza “Abbiamo raccolto 43’453 firme in tutta Italia, grazie soprattutto al popolo.” Il Popolo della Famiglia vede nelle donne la paura di costruire una famiglia, per questo, dedica grande importanza al reddito di maternità.

Costruire una famiglia, per questo partito, significa garantire ai propri figli un padre e una madre, il Popolo della Famiglia dice no alle unioni civili omosessuali e aggiunge “no all’affitto dell’utero e quindi alla ‘compravendita’ dei bambini,e no alla legalizzazione della prostituzione.”

Il Popolo della Famiglia conclude la conferenza stampa illustrando un’importante differenza con gli altri partiti, quella della credibilità del loro partito di fronte alla società. L’ultima parola è di Filippo Grigolini che precisa “il nostro vero slogan siamo noi con la nostra faccia, la nostra passione, e le nostre famiglie alle spalle.”

I candidati:

Collegio plurinominale Camera: Claudio Iacono, Daniela Tascini, Simone Antonelli, Sara Pescetelli
Uninominali Camera: Claudio Iacono (Perugia), Paola Caldarelli (Foligno-Altotevere), Diego Esposito (Terni)
Collegio plurinominale Senato: Gabriella Mailia, Bruno Sinibaldi, Simona Blasi, Massimo Cucciolotti
Uninominali Senato: Marco Sciamanna (Umbria 1), Gabriella Mailia (Umbria 2)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*