Plastic Tax, Briziarelli (Lega), governo ha criminalizzato imprenditori

Nomine sanità, Briziarelli a Bartolini, un po’di umiltà da parte dell'assessore non guasterebbe

Plastic Tax, Briziarelli (Lega), governo ha criminalizzato imprenditori

“Questo governo è immobile. Litigano su qualunque cosa tranne sull’imposizione di nuove tasse. Il governo giallorosso si continua a dimostrare acerrimo nemico delle partite Iva: massacrano artigiani, commercianti, imprenditori, liberi professionisti. La Plastic Tax ad esempio ha – purtroppo – un impatto occupazionale devastante, parliamo in Italia di 10.000 aziende con 150.000 addetti e un fatturato di oltre 40 miliardi di euro. Per questo la Lega, come fatto lo scorso anno con l’introduzione del comma 802 della finanziaria 2019, volto a rendere sostenibile per le aziende l’introduzione di vincoli all’utilizzo della plastica monouso, ha presentato – sia nella manovra finanziaria che nel mille-proroghe – emendamenti per eliminare la Plastic Tax e per introdurre meccanismi premiali a tutela dell’ambiente come gli incentivi per l’introduzione del vuoto a rendere senza mettere a rischio un comparto economico fondamentale sua a livello nazionale che ci vede leader in Europa”.

Così il senatore della Lega Luca Briziarelli Componente della commissione Ambiente a Palazzo Madama che commenta l’intervista del presidente del settore plastica di Confindustria Alessandro Campanile.

“Questa tassa non aiuta in alcun modo l’ambiente e danneggia il settore: l’intento del Governo Conte è quello di fare cassa nascondendosi impropriamente dietro al tema ambientale. La Lega – spiega Briziarelli – per avere un quadro reale sulle nostre proposta ha avviato in Senato un’indagine di approfondimento dedicata al tema delle plastiche e bioplastiche che ci fornirà un chiaro quadro sull’impatto dei divieti e dei costi aggiuntivi a carico di questa fondamentale filiera industriale italiana e sulle possibili soluzioni da adottare puntando anche sull’innovazione e la ricerca. Criminalizzare questi imprenditori camuffandosi dietro all’ambientalismo è una scelta che questo governo pagherà caro. Dove sono i parlamentari democratici e grillini umbri inerti di fronte a questo scempio? Se ci sono battano un colpo. È necessario accogliere l’appello di Campanile”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*