Pastorelli (Lega): rifinanziare bando digitale e industria 4.0 per rilancio dell’economia

Nel precedente bando sono state 118 le domande presentate per un ammontare di euro 15.643.788,01

Pastorelli (Lega): rifinanziare bando digitale e industria 4.0 per rilancio dell’economia

Nel precedente bando sono state 118 le domande presentate per un ammontare di euro 15.643.788,01

“Sarebbe necessario provvedere celermente a rifinanziare il bando ‘Medium’, stante la ‘sovraprenotazione’ riscontrata, in quanto misura fondamentale per la ripartenza che va stimolata e supportata con i giusti strumenti. La manovra Smart Attack con il bando ‘Medium’ risponde esattamente a questa esigenza”, è quanto chiesto dal capogruppo della Lega in Assemblea Regionale Umbria, Stefano Pastorelli, alla Giunta regionale.

Il capogruppo della Lega in Regione Umbria ha depositato una mozione sul rifinanziamento del bando “Medium” all’interno della manovra “Smart attack”, chiedendo l’impegno della Giunta e dell’assessore allo sviluppo economico, innovazione, digitale e semplificazione, a rifinanziare il suddetto bando, in base alle risorse a disposizione, per stimolare e supportare ulteriori investimenti nel digitale e industria 4.0, rilevanti per la ripartenza economica della Regione Umbria.

“All’interno della manovra regionale ‘Smart Attack’, che accumula 25 milioni e mezzo di euro – spiega Pastorelli – sono stati stanziati 4 milioni di euro per il bando ‘Medium’, destinato alle Pmi operanti nel settore manifatturiero e del commercio e agli artigiani e che, a seguito della pubblicazione delle graduatorie, verranno finanziati gli investimenti da 50.000 a 150.000 euro per i progetti di digital transformation e quelli mirati ad introdurre le tecnologie in industria 4.0. Il tipo di agevolazione concesso è un finanziamento erogato da Gepafin al tasso d’interesse dello 0,5 per cento, con preammortamento di 12 mesi e ammortamento di 60 mesi, e che la parte concessa a fondo perduto arriva fino al 35 per cento del finanziamento. Sono previste anche premialità in caso di assunzioni, realizzazione di digital assessment, imprese femminili, giovanili e per la sostenibilità ambientale”.

“L’Assessore allo Sviluppo economico – prosegue Pastorelli – si è detto molto soddisfatto dell’interesse che il territorio umbro ha mostrato per la misura economica messa in atto, in quanto la necessaria proroga della scadenza del bando, posticipata al 31 luglio scorso, è stata adottata quale migliore risposta all’entusiasmo mostrato verso la manovra. Inoltre, molte aziende si sono interessate al bando ‘Medium’, con una domanda da overbooking: 118 domande presentate per un ammontare di euro 15.643.788,01 e si stanno mettendo in gioco per rispondere alla sfida lanciata sull’innovazione tecnologica e produttiva dalla Regione Umbria, tramite gli avvisi dedicati agli investimenti in digitale e industria 4.0

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*