Medico di Lampedusa solidale con Pietro Bartolo Demos e Fora

 
Chiama o scrivi in redazione


Medico di Lampedusa solidale con Pietro Bartolo Demos e Fora

Medico di Lampedusa solidale con Pietro Bartolo, Demos e Fora


Un autentico bagno di folla: oltre 250 i convenuti alla cena solidale con Pietro Bartolo, il “medico di Lampedusa” che in 30 anni ha salvato centinaia di vite umane in seguito agli sbarchi nell’isola e a maggio è diventato Europarlamentare, nella lista di “Democrazia Solidale-DEMOS”.


Ed è proprio il Coordinamento Regionale di DEMOS che ha organizzato la serata con in prima fila Riccardo Vescovi, il coordinatore che ha sottolineato come “siamo partiti appena tre mesi fa ed eravamo pochi amici, mentre oggi vedere questa sala piena è commovente e ci dà una grande responsabilità, quella di costruire una nuova casa per chi ha ancora voglia di credere nella politica. Noi di DEMOS Umbria abbiamo sentito la necessità di impegnarci per dare un’alternativa ai delusi dai partiti tradizionali a chi non vuole cedere alla politica urlata. Il nostro modello è proprio Pietro Bartolo che in politica ha portato la sua esperienza di vita e il suo sguardo semplice di umanità.”


E proprio l’europarlamentare ha raccontato i motivi del suo ingresso in politica: ” Io dal 1991 ho visitato oltre 350.000 persone che arrivavano a Lampedusa in cerca di una vita migliore e ho visto in loro ben altro da quello che ci vogliono fare credere. Ho visto cadaveri di bambini piccolissimi e ho versato lacrime centinaia di volte di fronte a queste tragedie che i media neanche riescono a raccontare, puntando solo sul lato polemico dell’immigrazione.


Ho cercato di raccontare quanto accade a Lampedusa e dintorni con il film “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi e due miei libri, ma vedevo che la gente pur commuovendosi non cambiava le cose. Allora ho provato ad andare in giro per scuole, università e istituti di tutta Europa a raccontare in prima persona la verità,  ma ancora nulla. Infine, ho deciso di voler andare al “cuore” del problema, l’Europa dove si può mettere in atto una strategia per fermare questo eccidio nel Mediterraneo.


Mi sono impegnato con DEMOS perché qui ho visto un “piccolo carro di merci preziose” che condivide i miei valori di accoglienza e umanità, che condivide il fatto che una vita va salvata e punto, dopo si penserà a quale Paese dell’Europa destinare quella persona”
Al termine del commovente intervento di Bartolo, in cui con foto e filmati sono state portate alla ribalta storie terribili alcune delle quali però anche con un lieto fine, i presenti gli hanno tributato una standing ovation e in seguito sono intervenuti Marialaura Tufi ed Andrea Fora, i candidati consiglieri regionali nella lista “Bianconi per l’Umbria” che DEMOS Umbria ha scelto di sostenere per le regionali di domenica prossima.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*