M5S Terni: “Per i capigruppo di Lega e Forza Italia rinunciare ai privilegi è diventata una colpa”

M5S Terni per capigruppo Lega Forza Italia rinunciare diventata colpa

M5S Terni: “Per i capigruppo di Lega e Forza Italia rinunciare ai privilegi è diventata una colpa”

‘Il buio e l’acredine’ sembra il titolo del nuovo capolavoro di Maccio Capatonda. Purtroppo è, invece, lo scomposto attacco che i capigruppo della Lega e di Forza Italia in consiglio comunale ci hanno rivolto.


Fonte: M5S Terni


A Terni, ormai, per qualcuno rinunciare ai privilegi è diventata una colpa. La nostra scelta di rifiutare i biglietti che ci erano stati offerti in quanto consiglieri comunali per il capodanno Rai all’interno di Ast rappresentava un semplice gesto di empatia verso cittadini e imprese che subiranno restrizioni a causa della pandemia. Una scelta di cui dobbiamo rendere conto solo alla nostra coscienza. Ribadiamo convintamente la nostra posizione rispetto al fatto che in questo momento la presenza del pubblico ad un evento del genere ci sembra un gravissimo errore.

Ma anche dinanzi a un eventuale evento a porte chiuse, noi saremmo comunque stati dalla parte degli esclusi e non certo tra chi ama le passerelle e i posti in prima fila tra i vip. Per questo invitiamo gli esponenti della maggioranza ad evitare battibecchi puerili e di preoccuparsi della miriade di problemi di chi sta subendo le disastrose ricette di un centrodestra che non ha imparato nulla dagli errori del passato. Non è questione di ‘buio e acredine’ quando ci si deve accorgere delle interminabili file di questi giorni per effettuare un tampone.

Non sono accuse infondate i disagi subiti da coloro che sono raggiunti da un’ordinanza contumaciale e vengono letteralmente dimenticati dal Comune per quanto riguarda spesa, raccolta di rifiuti e supporto sociale. Non ci sentiamo di dover restare in silenzio di fronte ad un personale sanitario vergognosamente abbandonato a se stesso. Possono, anzi devono, i capigruppo della Lega e di Forza Italia farsene una ragione della nostra scelta di non fare passerelle al Capodanno Rai in Ast.

Ma con quale coraggio parlano di fronte ai danni che gli umbri stanno subendo a causa della disastrosa gestione di Comune e Regione?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*