Elezioni comunali Umbria, eletti i 6 sindaci, ecco tutti i nomi

 
Chiama o scrivi in redazione


Elezioni comunali Umbria, eletti i 6 sindaci, trionfa il centrodestra

Elezioni comunali Umbria, eletti i 6 sindaci, ecco tutti i nomi

Sono stati eletti i sindaci dei comuni umbri. Sei sono i comuni che rinnovano le amministrazioni comunali, 2 in provincia di Perugia (Scheggino e Valfabbrica) e 4 in quella di Terni (Attigliano, Calvi dell’Umbria, Ferentillo).

A Scheggino: Fabio Dottori è il nuovo sindaco eletto con il 67,90% dei voti. L’esponente della lista “Uniti per Scheggino”, già vicesindaco durante l’amministrazione di Paola Agabiti (poi divenuta assessore regionale), ha ottenuto 184 voti (pari al 67,90% delle preferenze). Più staccati gli altri candidati Bonaventura Benedetti di “Collaboriamo per Scheggino” che di voti ne ha raccolti 64
(23,62%) e Carlo Stefanelli di “L’altra Italia” con 23 (8,49%). Per quanto riguarda le singole preferenze, a collezionarne il numero maggiore è stata Stefania Mercantini (32) di “Uniti per Scheggino” seguita da Annalisa Bernardini (29) della stessa lista, 25 per Giampiero Eresia e Francesca Cianca di “Uniti per Scheggino” e Francesco Orsini di “Collaboriamo per Scheggino”. Al terzo posto (20) Sante Ramadori, un altro rappresentante di “Collaboriamo per Scheggino” mentre Marco Morganti di “Uniti per Scheggino” si ferma a 16. Elena Proietti di “Uniti per Scheggino”, ha avuto un voto in meno che ha preceduto Simona Cittadoni (14) di “Collaboriamo per Scheggino”, 11 voto per Arianna Giovannini di “Uniti per Scheggino”. In consiglio oltre ai sette rappresentanti
di Uniti per Scheggino, due esponenti di Collaboriamo per Scheggino Bonaventura Benedetti e Francesco Orsini e Carlo Stefanelli candidato primo cittadino de L’Altra Italia.

A Valfabbrica vince Enrico Bacoccoli: 1.148 voti raccolti dalla sua lista “Insieme per Crescere” pari al 56,97% degli elettori. Bacoccoli succede a Roberta Di Simone, sindaco uscente che non si è ricandidato per contrasti con le forze che l’avevano sostenuta. Al competitor Marco Nazzareni non sono bastati gli 867 voti, pari al 43,03, raccolti dalla sua lista “Obiettivo Comune”, ma siederà tra i banchi dell’opposizione. A Valfabbrica il centrodestra torna a guidare la città dopo quindici anni di opposizione, in cui ci sono stati i due mandati di Ottavio Oriano Anastasi e quello di Roberta De Simone. Per Insieme per Crescere faranno parte Silvia Cozzali, Franco Anastasi, Umberto Tessitore, Lorena Caneschi, Venanzio Chiappini, Stefano Bordichini, Rolando Ligi e Mara Agostinelli.
Accanto a Marco Nazzareni, per Obiettivo Comune, saranno negli scranni del consiglio comunale, Sabino Dattoli, Andrea Castagnoli ed Elisa Boccacci.

In provincia di Terni quattro nuovi sindaci di area centrodestra su quattro. “Sono molto soddisfatta per queste elezioni. In tutti i 4 comuni al voto della provincia di Terni vincono le liste sostenute dalla Lega e in 3 comuni i primi degli eletti sono nostri iscritti e militanti”.  Così la nota con cui la referente provinciale  della Lega Terni, l’On. Barbara Saltamartini, commenta i risultati delle amministrative. “Il partito che ho l’onore di rappresentare a livello provinciale da un anno ed 8 mesi – aggiunge la Saltamartini–  elezione dopo elezione dimostra sempre più il suo radicamento sul territorio. Questa è la Lega che, grazie ai suoi militanti, ai dirigenti, agli eletti e al suo segretario regionale, Caparvi, continua a vincere, anche le sfide più difficili, come quella di Giove, roccaforte della sinistra e di Ferentillo. La Lega di quelle donne e uomini che quotidianamente si impegnano per portare avanti il progetto di Matteo Salvini con serietà, competenza, idee, determinazione e  lavoro di squadra, segnando il passo da chi ancora sui territori applica metodi discutibili figli della vecchia politica.

A Giove Marco Morresi di Giove Bene Comune è stato eletto sindaco con il 5137% dei voti. Termina l’era di Alvaro Parca del centrosinistra. Maurizio Cerioni, alla guida di “Passione Giove”, non ce l’ha fatta a ribadire il segno della continuità amministrativa per 33 voti. Gli altri candidati: 126 a Pierluigi Moriconi, 67 a Rosanna Chieruzzi, 61 a Fabio Corvi, 58 a Simona Nesoti e 50 a Beatrice Bernardini.

Attigliano: Il nuovo sindaco è Leonardo Vincenzo Fazio, già sindaco facente funzioni dopo l’elezione in Regione dell’ex primo cittadino Daniele Nicchi, ora consigliere regionale della Lega.  La lista Leonardo Vincenzo Fazio, “Il Polo per Attigliano“, sconfigge quella del candidato di “Idea Comune“, vicino al centrosinistra. Fazio ha ottenuto il 59,29% delle preferenze (pari a 654 voti), Guerra il 40,71% (449 voti). Nella rosa dei candidati eletti qualche conferma dal passato come Nadia Caroli, Alessandro Feliziola, Massimo Dori, Salvatore Scandale, Elisa Maccaglia e qualche new entry come Roberto Faziani.

Guido Grillino è stato confermato sindaco a Calvi dell’Umbria. La sua lista “Calvi Tradizione e Innovazione” incassa 810 preferenze, pari al 77,8% dei voti. Il concorrente Alfio Nesta si ferma a 230 voti, pari al 22,1 %, con ‘Progetto Calvi’. Entrano in Consiglio comunale per “Calvi tradizione e innovazione”: Sandro Spaccasassi (già vice sindaco, con 291 preferenze), Matteo Giacomini (58), Sandro Orsini (58), Francesco Verdinelli (49), Milos Eduardo Piraino (44), Simonetta Picchi (32), Jlenia De Michelis (40).

Ferentillo: Elisabetta Cascelli (Lista Insieme per Ferentillo) eletta sindaco con il 54,50% dei voti. Con 636 voti, ha battuto il sindaco uscente Enrico Riffelli (Armonia Solidarietà Sicurezza), che
ha raccolto 531 preferenze (45.5%). Il nuovo consiglio comunale di Ferentillo sarà composto da sette consiglieri della coalizione “Insieme per Ferentillo” e tre della lista “Armonia Solidarietà Sicurezza”.  Massimiliano Costantini (80 preferenze), Roberto Pellini, con 68 preferenze, Giacomo Martinelli (56), Giuliana Rossi (43), Innocenzi Rossi Bartoli (43) e Stefano Eresia (34) e Riccardo Ratini (34). Con “Armonia Solidarietà Sicurezza”, invece, oltre al candidato sindaco Riffelli entrano in Consiglio anche Domenico Leonardi (75 voti) e Sebastiano Torlini (74).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*