Dl Ristori, Ciprini (M5S): “Sostegno al lavoro veloce e senza ostacoli per categorie più colpite”

Servirà un impegno serrato per assicurare a tutti, in tempi brevi, strumenti indispensabili alla tenuta sociale del Paese

 
Chiama o scrivi in redazione


 “Stiamo vivendo un periodo ancora una volta difficile per lavoratori e imprese. Con il Decreto Ristori, il Governo mette in campo interventi rapidi a sostegno delle categorie più colpite dalle chiusure: ciò che serve ora ai cittadini è sentire la vicinanza dello Stato e avere accesso, senza ostacoli e lungaggini, a contributi necessari per andare avanti” – afferma la deputata 5 Stelle in commissione Lavoro Tiziana Ciprini.

“Sul fronte lavoro, sicuramente importante sarà la proroga della cassa integrazione di 6 settimane utilizzabili dal 16 novembre al 31 gennaio 2021 o, in alternativa, ulteriori 4 settimane di esonero contributivo.

Il decreto prevede anche la sospensione dei versamenti contributivi per i lavoratori delle imprese interessate dalle chiusure dell’ultimo DPCM.

Fondamentali anche gli indennizzi diretti ai lavoratori che più degli altri sentiranno gli effetti dei nuovi blocchi: nel decreto ci sono 1.000 euro per gli stagionali del turismo, i lavoratori dello spettacolo, gli intermittenti, i venditori porta a porta e i prestatori d’opera.

Con la proroga di due mensilità del Reddito di Emergenza si riuscirà ad aiutare le famiglie che non hanno accesso ad altri ammortizzatori sociali. Servirà un impegno serrato per assicurare a tutti, in tempi brevi, un sostegno indispensabile alla tenuta sociale del Paese”, conclude Ciprini. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*