Dipendente ospedale, no vax, sospesa dal lavoro, fa ricorso e vince

Dipendente ospedale, no vax, sospesa dal lavoro, fa ricorso e vince

Una dipendente, lo scorso 12 ottobre, era stata sospesa dal lavoro con contestuale blocco dello stipendio perché non aveva ottemperato all’obbligo  l’ospedale Santa Maria della Misericordia. Il provvedimento è stato preso perché la dipendente non poteva essere adibita a funzioni diverse o inferiori. Il tutto fino al 31 dicembre o fino a quando la dipendente non avesse dato corso alla vaccinazione. La notizia è riportata

La dipendente non ha accettato il provvedimento di sospensioni dal lavoro e dallo stipendio e ha fatto ricorso al Tribunale, sezione lavoro.

La sentenza, pubblicata il 15 luglio, ha dato ragione alla dipendente che ha fatto ricorso dichiarando illegittimo e privo di effetti, il provvedimento aziendale.

L’Azienda ospedaliera ha annullato il provvedimento disciplinare, ha restituito i soli dello stipendio non versati per tutto il periodo della sospensione e ha dovuto anche pagare duemila euro di compensi all’avvocato oltre agli oneri previsti per legge.

1 Commento

  1. Ditemi per favore come si chiama l avvocato , per favore . Ci sarebbe da risarcire anche minaccia e intimidazione , corruzione, da parte di tutti il personale….

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*