Coronavirus, priorità salute e cure, poi arriverà economia

 
Chiama o scrivi in redazione


Modena (FI), "Conte un uomo solo al comando. Ora vuole chiudere le Camere"

Coronavirus, priorità salute e cure, poi arriverà economia

“Tutti noi siamo rimasti colpiti dalle ultime misure del governo per contrastare il #coronavirus. La limitazione della nostra libertà è difficile da comprendere e accettare, a cominciare da me stessa, che milito nell’area liberale e popolare.

Ma ci sono fatti fuori dal comune. 

La situazione delle strutture sanitarie al Nord impone di essere drastici. La priorità ora è la salute di tutti e la possibilità di cura per tutti. Se faremo tutti il nostro dovere, presto queste misure draconiane lasceranno il passo agli interventi di sostegno per imprese e lavoro. Su questo, invito il governo a coinvolgere il centro destra e a far tesoro delle nostre proposte.

Certamente il Dpcm con le ultime misure non brilla per chiarezza e la fuga di notizie come uno stillicidio non aiuta, anzi confonde.

Faccio appello ai cittadini a non avventurarsi in interpretazioni meno rigide dell’ultimo decreto del governo ma, anzi, a fare di più. Cerchiamo per questi giorni di evitare ogni occasione di contagio, rispettiamo la quarantena se veniamo dal nord, utilizziamo le video chiamate , puliamo la frutta due volte, laviamoci le mani tante di quelle volte da rasentare il maniacale.

A costo di risultare ridicoli; non importa, lo facciamo per una buona causa.

In particolare, voglio fare un appello agli imprenditori non citati esplicitamente dalle misure, ma che possono da subito attivare lo smart-working. Fatelo! Forse in qualche caso rallenterete le vostre attività, ma rallenterete tantissimo la diffusione del virus e getterete le basi per una importante innovazione. Sarà un balzo in avanti nella organizzazione di impresa. La tempesta passerà: più saremo in grado di rigare dritto, meno tempo sarà necessario. Un abbraccio a tutti!” Così Fiammetta Modena, senatrice di Forza Italia, in un post su Facebook.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*