Concorsopoli ospedale Tizi, non siano i cittadini a pagare

Concorsopoli ospedale Tizi, non siano i cittadini a pagare
Concorsopoli ospedale Tizi, non siano i cittadini a pagare
Dopo lo scandalo all’interno della Sanità umbra, la candidata Sindaca di Perugia del Movimento 5 Stelle chiede di dare priorità alla verifica dello stato del sistema sanitario umbro e dunque alla tutela della salute dei cittadini.
“Come ha detto il ministro della Salute Giulia Grillo – spiega la Tizi – adesso occorre effettuare una verifica straordinaria della qualità e degli esiti di tutti i reparti degli ospedali della regione”. Una task force del ministero avrà lo scopo di capire dal punto di vista sanitario la sicurezza delle cure nella Regione e la situazione dell’ospedale di Perugia.
La candidata del M5S chiede di rimuovere i responsabili garantendo però la continuità del servizio sanitario: “Se risulta che tutti i vertici dell’azienda sono coinvolti nel sistema di favori e concorsi truccati, allora occorre rimuoverli rapidamente, garantendo allo stesso tempo una continuità del servizio sanitario.
Non siano ancora i cittadini a pagare per questo scandalo! L’Unità di crisi permanente del ministero ha anche il compito di prevenire la ripetizione di eventi come questo. Il mio invito è a collaborare pienamente con il ministero nell’interesse prioritario di tutelare la salute dei nostri concittadini”.
“Chiedere di liberare la Sanità dai partiti politici e sorvegliare l’ospedale di Perugia riguarda il diritto alla salute dei cittadini, non significa strumentalizzare la vicenda in chiave politica, in vista del voto del 26 maggio a Perugia. È stata la vecchia politica, purtroppo, a servirsi del nostro sistema sanitario per il proprio tornaconto!” conclude Francesca Tizi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*