Carabinieri picchiati a Fontivegge, solidarietà dl presidente Marco Squarta 🔴 VIDEO

 
Chiama o scrivi in redazione


Carabinieri picchiati a Fontivegge, solidarietà dl presidente Marco Squarta

Coronavirus, ruolo delle forze dell’ordine è primario per il mantenimento dell’ordine pubblico» «Solidarietà e vicinanza alle forze dell’ordine per lo straordinario lavoro di prevenzione e di garanzia della sicurezza pubblica in un momento difficile a causa delle limitazioni per il Coronavirus» vengono espresse dal presidente dell’Assemblea legislativa umbra Marco Squarta. «Nelle ultime ore nel quartiere di Fontivegge a Perugia i carabinieri sono stati aggrediti con calci e pugni da un uomo nei pressi dell’ufficio postale – si legge in una nota -.

▶ Leggi anche – Carabinieri picchiati da uno straniero a Fontivegge, ecco com’è andata 🔴VIDEO

Ai militari va la mia solidarietà e il mio personale ringraziamento per il modo in cui stanno gestendo una situazione così delicata in un momento tanto particolare». «In strada non mancano i problemi – aggiunge Squarta -. Nelle ultime ore a Città di Castello un uomo ha aggredito i carabinieri impegnati nei controlli per il Covid-19 sputando in faccia ai militari. Un episodio simile è avvenuto nel Nottinghamshire, in Inghilterra centrale, dove l’indagato è stato immediatamente processato e condannato a 12 mesi di carcere. Un messaggio ‘forte e chiaro’, per usare le parole del giudice».

🔴 Guarda anche –L’intervista video col presidente Marco Squarta

Prosegue la nota: «La situazione non migliora tra le mura domestiche in quanto la permanenza forzata della gente presso le abitazioni private porta con sé un’inevitabile esasperazione di scontri tra componenti della stessa famiglia – spiega l’esponente di Fratelli d’Italia -. S

e è vero che in queste settimane di quarantena sono diminuiti i furti e le rapine è altrettanto vero che le nostre forze dell’ordine sono chiamate in continuazione a rispondere a segnalazioni di liti in famiglia, discussioni domestiche, violenze private, denunce per minacce e maltrattamenti. In questa fase, delicatissima, le forze dell’ordine, alle quali inizialmente non sono state messe a disposizione neppure le mascherine protettive, svolgono un ruolo primario per il mantenimento della sicurezza e dell’ordine pubblico».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*