Ballottaggio, urne aperte nei 5 comuni umbri, si vota fino alle 23

Ballottaggio, urne aperti nei 5 comuni umbri, si vota fino alle 23

Ballottaggio, urne aperte nei 5 comuni umbri, si vota fino alle 23

Le urne nei 5 comuni umbri per il secondo turno di ballottaggio sono aperte oggi fino alle 23. A Foligno, Gubbio, Bastia Umbra, Orvieto e Marsciano c’è ancora da scegliere il sindaco.

A Foligno, città guidata finora dal Pd, si sfidano Stefano Zuccarini, centrodestra, e Luciano Pizzoni, centrosinistra. Per sostenerli sono arrivati in città anche il leader della Lega Matteo Salvini e il presidente del Pd Paolo Gentiloni. Il ministro dell’Interno ha fatto tappa anche a Orvieto dove la candidata del centrodestra Roberta Tardani contenderà l’elezione al sindaco uscente del Pd Giuseppe Germani. Anche a Gubbio sarà in lizza l’attuale sindaco di centrosinistra Filippo Maria Stirati al quale si contrappone Marzio Presciutti Cinti, centrodestra. A Marsciano in lizza Stefano Massoli, centrosinistra, e Francesca Mele, centrodestra. A Bastia Umbra Paola Lungarotti, centrodestra, sarà opposta a Lucio Raspa, centrosinistra. Complessivamente gli elettori aventi diritto sono 119 mila 963 che avranno a disposizione 156 sezioni. Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura dei seggi e si conoscerà subito il nome del loro prossimo sindaco

Che cos’è il Ballottaggio

Il ballottaggio è uno ‘scontro diretto’, necessario quando nessun candidato sindaco riesce ad ottenere la maggioranza richiesta per essere eletto durante il primo turno. Nei comuni con più di 15mila abitanti, si va al ballottaggio quando nessun candidato raggiunge la maggioranza assoluta al primo turno, cioè il 50% più uno dei voti. Nei comuni con meno di 15mila abitanti, invece, si ricorre al secondo turno solo se due candidati ottengono lo stesso numero di voti. In entrambi i casi, vince il ballottaggio chi ottiene più voti mentre in caso di parità viene eletto primo cittadino il più anziano tra gli avversari.

QUANDO E COME SI VOTA – Domenica 9 giugno le urne saranno aperte dalle ore 7 alle 23. Per votare bisogna presentare la tessera elettorale, rinnovabile presso l’ufficio elettorale del comune di residenza, con un documento d’identità valido.

LA SCHEDA – Come si legge sul sito del ministero dell’Interno, sulla scheda per il ballottaggio sono presenti solamente i nomi dei due avversari, insieme ai simboli delle liste da cui vengono supportati. Per votare bisogna unicamente porre una croce sul nome del candidato scelto. E’ comunque possibile votare anche per una lista: in questo caso, tuttavia, la preferenza va esclusivamente al candidato collegato ad essa.

LE SCHEDE ELETTORALI DEL BALLOTTAGGIO

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
16 − 4 =