Arrestato spacciatore, la Lega, sulla sicurezza il nostro impegno è massimo

 
Chiama o scrivi in redazione


Arrestato spacciatore, la Lega, sulla sicurezza il nostro impegno è massimo

Arrestato spacciatore, la Lega, sulla sicurezza il nostro impegno è massimo

Gruppo Lega Terni in Consiglio Comunale: “Complimenti ai Carabinieri per l’ottimo lavoro svolto nell’individuare e arrestare un pericoloso spacciatore albanese. All’interno della sua abitazione sembra sia stata anche rinvenuta un’agendina sulla quale appuntava dettagli della propria attività di spaccio di cocaina, con annotazione di alcune sigle riferibili a nomi di persone che potrebbero risultare utili all’Arma sia per risalire alla filiera dello smercio, sia per individuare i consumatori.

Questa operazione, che fa seguito a molte altre avvenute a Terni negli ultimi mesi, testimonia ancora una volta l’impegno assunto a inizio mandato dalla nuova Amministrazione e dalla Lega a tutela della sicurezza dei cittadini e nella lotta allo spaccio degli stupefacenti. Ricordiamo come solo pochi mesi fa, in una delle più imponenti operazioni mai avvenute sul territorio, venivano liberate dai delinquenti il parco Ciaurro e piazza Solferino e come questi spazi pubblici siano stati restituiti alle famiglie.

Al contrario di quanto avrebbe fatto una governo cittadino di sinistra, il sindaco Latini, al quale spetta la delega della sicurezza, ha prontamente recepito i contenuti del Decreto di Matteo Salvini e ha instaurato con Prefetto e Questore un rapporto di piena collaborazione nei rispettivi ambiti di competenza.

Lo lotta al consumo di droga, soprattutto tra i giovani, è un impegno che ci siamo presi anche attraverso un progetto di formazione nelle scuole, elaborato dall’assessore Alessandrini e che ha visto compiersi il primo atto con il convegno al quale era relatore tra gli altri anche il sottosegretario al Ministero dell’Interno, Nicola Molteni che ha parlato ad una platea di quasi 300 persone tra studenti, docenti e dirigenti scolastici.

Non ci venga la sinistra a insegnare come si fa sicurezza, loro che hanno aperto i porti all’immigrazione clandestina, svuotato le carceri e depenalizzato i reati. Percorreremo fino alla fine la strada che abbiamo intrapreso sia a livello locale che nazionale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*