Anniversario terremoto, la presidente Porzi: “L’Umbria c’è e ce la farà”

PERUGIA – “Due anni fa una scossa di terremoto fortissima metteva in ginocchio l’Italia centrale, cambiando inesorabilmente la storia dell’Umbria e dell’intero Paese. Oggi, seppure con alcune problematiche fisiologiche, la ricostruzione è partita, pur essendo in presenza di un cantiere e un processo di dimensioni amplissime”. Così la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi, commentando il secondo anniversario del sisma del 2016.

“Con il sisma di agosto e poi con quello dell’ottobre di due anni fa, l’Umbria è stata chiamata a rivivere il dramma che aveva già affrontato nel 1997 e, prima ancora, nel 1979 e lo ha fatto con determinazione ed efficacia, memori degli errori e delle problematiche che quelle esperienze avevano insegnato. Oggi, a distanza di due anni, siamo ripartiti e i numeri parlano chiaro, sia in termini di assistenza, che di progetti e di cantieri. L’Umbria c’è e fa la sua parte con la schiena dritta. Un ‘grazie’ va alla Protezione civile per il lavoro svolto, ma anche al personale tecnico che ha impostato e supportato questa fase”.

“Nel prossimo mese di settembre – conclude la presidente Porzi – arriverà in Aula anche l’ultima legge regionale in materia e anche in quella occasione sapremo cogliere l’opportunità di migliorare il processo della ricostruzione, snellendo le procedure e accompagnando al meglio la ripartenza dell’Umbria”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*