Aggressione Carcere Capanne, Prisco, FdI, Bonafede pensi alla sicurezza


Scrivi in redazione

Aggressione al Carcere di Capanne, Fratelli d'Italia, Bonafede pensi alla sicurezza

Aggressione Carcere Capanne, Prisco, FdI, Bonafede pensi alla sicurezza

Esprimiamo solidarietà mia e di Fratelli d’Italia all’agente di polizia penitenziaria aggredito all’interno del carcere di Capanne (Perugia) da un detenuto ed un suo parente al termine del colloquio. Bonafede pensi alla sicurezza dei servitori dello Stato. Basta perdere tempo!
Così il deputato umbro di Fratelli d’Italia Emanuele Prisco.

La sicurezza interna delle carceri è stata annientata da provvedimenti o mancati provvedimenti come la cronica mancanza di personale.
A Capanne, come in molti altri carceri italiani, mancano agenti di Polizia Penitenziaria e se non accadono più tragedie di quelle che già avvengono e’ solamente grazie alla professionalità del personale, a cui va il nostro ringraziamento.

Riteniamo che la grave situazione in cui versano le carceri italiane imponga un’inversione di marcia, non più rinviabile, da parte del vertice politico del Ministero della Giustizia e più in generale del governo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*