Pd, cento membri dell’Assemblea a Verini: “Situazione grave, subito convocazione”

Giunta Romizi

“Caro commissario, le ultime vicende politiche regionali rappresentano per tutti noi un elemento di estrema gravità e preoccupazione difronte al quale non è più possibile mantenere una direzione politica del partito straordinaria e precaria.

Abbiamo difronte a noi settimane e mesi di particolare impegno politico ed elettorale rispetto ai quali occorrono dei nuovi organismi dirigenti democraticamente eletti e quindi in grado di avviare tempestivamente una nuova fase nella vita del Partito Democratico in Umbria.

Le possibili elezioni politiche anticipate ,cosi come quelle regionali oramai previste per l’autunno, devono indurci a rinnovare e ricostruire l’identità, il programma e la classe dirigente del Pd in particolare in Umbria per tornare ad essere competitivi nello scontro bipolare tra centrosinistra e centrodestra anche nella nostra regione.

L’avanzate delle destre può essere utilmente contrastata da una larga coalizione di centrosinistra il cui perno centrale rimane il Partito democratico alleato di tutte quelle componenti sociali e civiche che non solo non vogliono disperdere un consistente patrimonio ultradecennale di governo ,ma possono esprimere nuovi progetti di crescita e sviluppo della regione nell’interesse di tutti i cittadini”.

La rassegna stampa

Commenta per primo

Rispondi