L’evoluzione delle attività del Centro Disabili di Porchiano, Amelia

 
Chiama o scrivi in redazione


L’evoluzione delle attività del Centro Disabili di Porchiano, Amelia
L’evoluzione delle attività del Centro Disabili di Porchiano, Amelia

L’evoluzione delle attività del Centro Disabili di Porchiano, Amelia

Il Centro di Integrazione e Riabilitazione di Porchiano del Monte ospita da molti anni un laboratorio teatrale stabile, che dal 2019 è coordinato dall’attore e regista Riccardo Leonelli. Quando lo spettacolo “Il sogno di Alonso Chisciano”, su cui si era molto lavorato nei mesi precedenti, era quasi pronto a debuttare in teatro, il lockdown e le misure di contenimento del virus hanno bloccato la rappresentazione. Da qui l’idea di realizzare un docufilm su questa esperienza drammatica che il Paese si apprestava a vivere e sugli inevitabili risvolti fisici e psicologici del distanziamento sociale.

“Nessuno è distanziabile” è un documentario che nasce proprio per raccontare l’imprevedibile “stravolgimento” subito dalle vite dei suoi utenti, cosa ha significato la chiusura totale per persone disabili abituate a vivere in comunità, cosa è cambiato per loro, quali i sentimenti, le emozioni di utenti e operatori. Il tutto si sviluppa e si articola intorno ad una domanda di fondo: una vita distanziata è possibile?

LEGGI ANCHE – Diocesi Terni Narni Amelia a 40 anni visita Papa Wojtila alle acciaierie Terni

Ora, nel 2021, dopo oltre un anno di Covid, il laboratorio teatrale di Porchiano ha subìto una inevitabile trasformazione. Emanuele Pasero, direttore del Centro, ha incaricato l’attore e regista Riccardo Leonelli di sviluppare una nuova proposta che permettesse ai disabili di proseguire il proprio percorso formativo, seppur all’interno di severe restrizioni che non consentono ancora prove collettive e rappresentazioni teatrali in piena sicurezza.

Nasce dunque una seconda esperienza, il laboratorio “Fondamenti teorico-pratici di Cinema e Tv”, un corso che getta le basi per realizzare video professionali (selftape, spot, cortometraggi) sia dal punto di vista attoriale, sia da quello registico e tecnico (fondamenti di fotografia, audio, edizione, costumi, ecc.).

Il primo traguardo raggiunto dagli utenti/allievi del Centro dell’Amerino è un cortometraggio ispirato alle gesta di Braccio di Ferro, dal titolo “Popeye – Pic nic al fiume”. Il corto è stato girato a marzo presso il Rio Grande di Amelia e realizzato grazie ad un’idea di Federico Miliacca, sotto la direzione di Riccardo Leonelli e Filippo Lupini con la collaborazione di Marco Montesano, Lorenzo Mangialardo, Elisa Laurucci e Chiara Leonelli. I protagonisti del mini-film sono Massimo Canali (Braccio di Ferro), Rosa Santi (Olivia) e Simone Gregori (Bruto).

Entrambi i filmati, “Nessuno è distanziabile” e “Popeye – Pic nic al fiume”, sono stati proiettati ieri pomeriggio al cinema Cityplex di Terni in occasione del Popoli e Religioni Terni Film Festival raccogliendo unanime consenso e apprezzamento.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*