Avanti tutta Onlus a New York, premio intitolato a Leo Cenci

PERUGIA – Sono Emanuele Manzi e Fabrizia D’Ajello i due italiani a cui è andato il riconoscimento intitolato a Leonardo Cenci durante la seconda edizione dell’Italy Run by Nutella Cafè, la corsa dal “New York Road Runners” che ha visto la partecipazione di 8mila runners nelle cinque miglia di Central Park. Emanuele Manzi è stato quarto assoluto, con 27’25”, e Fabrizia D’Ajello, nona in 33’07”.

Una grande esperienza per Avanti Tutta Onlus, presente con Federico Cenci, il fratello di Leo, che ha riportato il sorriso e il nome di Leonardo dove era già stato ricordando le due Maratone corse con il cancro in corso. Il premio è stato promosso dal Coni e dal Ministero degli Esteri e si è posto come segno di gratitudine e come un auspicio: un premio per tutti i malati oncologici e loro familiari, i quali ogni giorno “corrono” le loro vite non facili, lasciando che l’amore, la passione, la speranza non siano cancellati dalle diagnosi di malattia.

A New York, il nome di Leonardo Cenci è stato ricordato anche con una Messa, celebrata sabato presso la chiesa di Nostra Signora di Pompei presso il Greenwich Village. “Grazie per l’affetto dimostrato nei confronti di Leonardo – ha detto Federico Cenci – dalla grande comunità italiana a New York”. Presenti anche i parlamentari italiani Maurizio Lupi e Giusy Versace, il dirigente del Coni Mico Licastro, il console italiano a Ne York Francesco Genuardi e la rappresentante italiana in India, Isabella Periotto. L’occasione è stata utile anche per riabbracciare i tanti amici di Leo, una su tutti Alessandra Rotondi.

Commenta per primo

Rispondi