Guerra Ucraina-Russia, Ue verso nuove sanzioni

Ucraina: Oms, 18 mln di persone colpite
Ph Adnkronos Afp

Guerra Ucraina-Russia, Ue verso nuove sanzioni

Nel sedicesimo giorno di guerra si intensifica l’attacco della Russia all’Ucraina. Mentre l’Ue decide di imporre nuove sanzioni, arrivano news relative all’avanzamento delle truppe di Mosca, che hanno continuato a bombardare le città e sarebbero sempre più vicine a Kiev. Drammatica la situazione a Mariupol, dove le vittime civili sarebbero circa 1600. In serata pesanti bombardamenti da parte delle forze russe sono stati registrati intorno alla città di Mykolaiv, nel sud dell’Ucraina. I video dei social media hanno mostrato incendi nella regione mentre Vitaliy Kim, capo dell’amministrazione della regione di Mykolaiv, ha parlato di “ostilità vicino a Guryivka“, a nord della città.

Intanto il ministro degli Esteri ucraino, Dmitro Kuleba, ha smentito le aperture del presidente russo, Vladimir Putin, che aveva parlato di passi avanti nei negoziati tra Kiev e Mosca, assicurando che le trattative non hanno al momento prodotto alcun risultato.

KIEV – Secondo fonti del Pentagono nelle ultime 24 ore si è invece avvicinato di più a Kiev il fronte dell’avanzata russa che si muove da nord ed ora si trova “tra i 20 ed i 30 chilometri” dal centro della città. Mentre quello che si muove da Est ora si stanno riposizionando intorno a Sumy a circa 15 chilometri dal centro della capitale

MARIUPOL – Le autorità di Mariupol hanno reso noto che sono 1.582 i civili uccisi a Mariupol da quando è iniziato l’assedio russo alla città nel sudest dell’Ucraina 12 giorni fa. Ieri l’evacuazione dalla città non è riuscita. Oggi “proveremo di nuovo”, ha detto la vicepremier e ministra per la reintegrazione dei territori temporaneamente occupati Irina Vereshchuk. Le autorità hanno chiesto alla Turchia di intercedere presso Mosca. “Il nostro governo non può parlare con il governo russo e quindi speriamo che il governo turco possa parlargli per salvare questi cittadini turchi assieme agli ucraini”, ha scritto su Telegram il consigliere municipale Petro Andryushchenko, riferendosi a 86 turchi, di cui 34 bambini, in trappola in una moschea. La città viene colpita senza sosta dagli attacchi e gli abitanti non riescono ad uscire, ha aggiunto. “Siamo pronti a qualsiasi operazione per evacuare i cittadini turchi ma per far questo la Turchia deve aiutarci a far cessare gli attacchi. Senza l’aiuto del governo turco credo che sia impossibile”.

SANZIONI – Ed è in arrivo il quarto pacchetto di sanzioni contro Mosca da parte dell’Unione europea. E’ quanto ha anticipato la Presidente della Commissione, Ursula von der Leyen a Versailles, sottolineando che tali misure “isoleranno ulteriormente la Russia dal sistema economico globale” e “aumenteranno ulteriormente il costo per Putin dell’invasione dell’Ucraina”.

Gli Stati Uniti dal canto loro hanno imposto lo stop alle importazioni dalla Russia di caviale, vodka e diamanti. La decisione, che era stata anticipata da fonti della Casa Bianca alla Cnn, corrisponde al divieto imposto alle esportazioni di prodotti di lusso americani in Russia, a cui anche ha fatto riferimento Biden nel suo discorso, che comprendono abbigliamento, gioielli, auto e tabacco. Ma l’elenco delle nuove sanzioni varate dall’Amministrazione Usa è lungo e ancora più vasto.

Il documento, firmato da Biden e diffuso dalla Casa Bianca, prevede lo stop a: importazione di pesce, preparati del pesce (caviale), alcolici, diamanti non industriali; esportazione o vendita, diretta e indiretta, di beni di lusso a cittadini russi; investimenti in qualsiasi settore della Federazione Russa; esportazione o vendita di banconote in dollari. Sono infine vietate operazioni, finanziamenti e garanzie da parte di cittadini americani nei confronti di entità o persone della Federazione Russa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*