Politiche 2018, atto vandalico automezzo del Popolo della Famiglia

La risposta è arrivata tempestivamente: l’automezzo era stato alleggerito delle ruote e del faro notturno

 
Chiama o scrivi in redazione


Politiche 2018, atto vandalico automezzo del Popolo della Famiglia

PERUGIA – La notte scorsa, il piccolo automezzo che il Popolo della Famiglia aveva noleggiato per informare gli automobilisti della presentazione del proprio simbolo alle prossime elezioni politiche del 4 marzo, è stato oggetto di danneggiamento e furto. Non vedendo il cartellone illuminato lungo la strada che dallo svincolo per Bosco porta a Pieve Pagliaccia, alcuni sostenitori del Popolo della Famiglia hanno avvisato prontamente l’agenzia con cui era stato sottoscritto un contratto per una visibilità anche notturna.

La risposta è arrivata tempestivamente: l’automezzo era stato alleggerito delle ruote e del faro notturno. “Non crediamo che il simbolo del PdF possa aver particolarmente infastidito qualche avversario politico e siamo certi che il gesto sia riconducibile solo a qualche balordo in cerca di pezzi di ricambio, ma guardando il clima di ostruzione mediatica con cui vengono negati spazi di visibilità elettorale al Popolo della Famiglia, non mi meraviglierebbe di vedere una qualche correlazione fra il gesto ed il simbolo elettorale esposto!”, ha dichiarato il Dr. Claudio Iacono, Candidato alla Camera per il Popolo della Famiglia nella circoscrizione Umbria.

“Non cerchiamo occasioni per dire a tutti i costi <>”, ha aggiunto Claudio Iacono, “ma lasciateci sorridere, pensando che per aver dichiarato che i bambini hanno il diritto di avere una mamma ed un papà, quando contrastavamo l’approvazione della Legge Cirinnà, qualcuno di noi ha avuto la macchina devastata”. Il Popolo della Famiglia ha ufficialmente ringraziato l’agenzia proprietaria dell’automezzo danneggiato perché si è subito offerta di riconoscere una riduzione sul prezzo concordato, a riprova che nonostante i balordi, la tenacia degli onesti continua.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*