Adeguamento sismico stadio Renato Curi, curva nord sempre aperta ma con capienza ridotta

L’ASSESSORE PASTORELLI: “GARANTITI 1200 POSTI, SARANNO REALIZZATI NUOVI SERVIZI IGIENICI”

Adeguamento sismico stadio Renato Curi curva nord capienza ridotta

Adeguamento sismico stadio Renato Curi, curva nord sempre aperta ma con capienza ridotta

Con l’obiettivo di procedere all’adeguamento sismico dello stadio ‘Renato Curi’ settore Curva Nord, prima dell’inizio della prossima stagione sportiva, l’Amministrazione comunale attraverso gli uffici competenti ha stilato un crono programma dei lavori con importanti novità per quanto riguarda l’utilizzo dell’impianto durante gli stessi e la conseguente fruibilità da parte della tifoseria.


Fonte: Comune di Perugia


Dirigenti e tecnici ritengono di poter eseguire le operazioni di adeguamento sismico in totale sicurezza senza ricorrere alla chiusura totale della Curva Nord, anche solo per due giornate come inizialmente previsto. Sarà infatti consentito, con il parere positivo della Commissione di pubblico spettacolo prefettizia, un accesso al 50% dell’attuale capienza, circa 1200 posti, fino a fine stagione. Gli interventi riguarderanno anche i servizi igienici, che saranno realizzati ex novo in sostituzione di quelli fatiscenti esistenti. La consegna dei lavori è prevista per il mese di febbraio, mentre l’inizio effettivo del cantiere avverrà nei primi giorni di marzo. Entro il mese di maggio si completerà l’adeguamento sismico su circa il 50% della

Curva Nord, con la fine degli interventi programmata ad agosto.

“L’Amministrazione comunale, i dirigenti e i tecnici – dichiara l’Assessore allo Sport Clara Pastorelli – stanno lavorando con impegno e grande attenzione rispetto ai lavori da effettuare nel settore Curva Nord dello stadio Renato Curi. La possibilità di mantenere aperta la Curva anche durante le partite, evitando l’ipotesi di una chiusura totale per qualche incontro, rappresenta un importante elemento di novità, che consente di assecondare le esigenze di numerosi tifosi biancorossi. Un altro aspetto da sottolineare è la possibilità di realizzare nuovi servizi igienici in sostituzione di quelli esistenti. La Curva Nord così non sarà solo più sicura ma anche maggiormente accogliente”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*