Meteo perturbazione sta impattando, nuova sfuriata di grandine e temporali

 
Chiama o scrivi in redazione


Meteo perturbazione sta impattando, nuova sfuriata di grandine e temporali

Meteo perturbazione sta impattando, nuova sfuriata di grandine e temporali

  • Molte nubi e temporali diffusi anche oggi al Nord Italia, fenomeni convettivi attesi anche sulle regioni centrali

Incredibile a dirsi, ma il mese di giugno sta per vedere l’ennesima perturbazione giungere sulla nostra Penisola. Un lungo periodo instabile che va ormai avanti da oltre 20 giorni e che non ha permesso all’Estate di iniziare, sotto il profilo termico, come consuetudine. L’anticiclone continua a rimanere infatti schiacciato lungo le basse latitudini del Mediterraneo, con le correnti atlantiche ed il transito di gocce fredde che imperversano su buona parte del continente europeo.

Tra oggi e domani quindi una nuova ondata di maltempo interesserà soprattutto le regioni settentrionali, con due fasi instabili distinte: quella attesa nelle prossime ore e l’instabilità diffusa attesa invece nella seconda parte della giornata di giovedì. A seguire il tanto atteso miglioramento con l’arrivo dell’anticiclone? Vedremo insieme nel dettaglio della seconda pagina le ultimissime dai principali centri di calcolo.

METEO OGGI 17 giugno 2020: situazione di maltempo diffuso su gran parte della Penisola

La giornata di oggi, mercoledì 17 giugno 2020, vedrà quindi il ritorno del maltempo sulle regioni settentrionali. Sin dalle prime ore di questa mattina, come anche evidenziato dalla moviola satellitare, le piogge sono tornate a cadere con moderata o forte intensità soprattutto sulle aree padana di Emilia, Lombardia e Piemonte. Fenomeni intensi anche sulle Alpi centro-occidentali con annessa attività elettrica che accompagna le precipitazioni che durano ormai da diverse ore. Più asciutto invece sul resto della Penisola ma con innocue nubi in transito, specie lungo le regioni tirreniche. Nelle prossime ore i fenomeni tenderanno ulteriormente ad intensificarsi con possibilità di locali nubifragi su buona parte delle regioni del Settentrione.

Attenzione anche alle zone interne di Emilia-Romagna, Marche e Abruzzo dove una nuova tornata di fenomeni convettivi porterà per l’ennesima volta piogge, grandine ed un repentino abbassamento della temperatura lungo l’arco appenninico.

METEO DOMANI 18 giugno 2020, primo inizio più stabile da venerdì: poi un nuovo peggioramento

Quella di domani potrebbe essere una giornata che, almeno nella parte iniziale, potrebbe presentarsi come la più stabile e a buoni tratti soleggiata come non accadeva dallo scorso venerdì (giorno in cui ci fu una prima rimonta anticiclonica). Al mattino infatti qualche nube potrà interessare soltanto le regioni del Nord Est dove non sono esclusi locali o brevi acquazzoni, ma sul resto del Paese invece splenderà il sole con poche nubi e ampie schiarite.


L’articolo del centro meteo italianoClicca qui

Al pomeriggio tuttavia tornerà ad aumentare gradualmente l’instabilità sulle regioni del Nord Italia, con i temporali che avranno origine dapprima sull’arco alpino e successivamente si estenderanno fin verso le pianure entro le ore serali, con poche aree che resteranno all’asciutto e fenomeni temporaleschi sparsi. La vera novità riguarda invece il Centro-Sud, dove i fenomeni risulteranno pressochè assenti: si tratta di un primo ‘’refolo’’ di quanto accadrà nei giorni a seguire e che vedremo nella pagina successiva dell’editoriale.

Ultimissime sulla prossima settimana, tornano caldo e bel tempo su tutta Italia?

L’approfondimento di un vasto centro di bassa pressione a Nord Ovest dell’Islanda dovrebbe favorire nella prossima settimana il richiamo di masse di aria più calda e stabile su praticamente tutta l’Europa, compresa la nostra Penisola. La rimonta dell’anticiclone delle Azzorre potrebbe portare infatti una lunga fase stabile e soleggiata, ma senza eccessi di temperatura come invece registrato negli anni scorsi. Anche questa mattina i modelli matematici GFS e UKMO sembrano voler confermare quanto descritto nei giorni precedenti, con la fase di bel tempo che potrebbe protrarsi fin verso l’inizio del mese di luglio. Non possiamo escludere comunque che soprattutto sulle regioni meridionali resti ancora attiva una circolazione instabile da Est, con possibilità di fenomeni temporaleschi diffusi soprattutto al pomeriggio sui rilievi. Intorno alle ore 9:30 non perdete il nuovo editoriale in uscita sulla tendenza attesa nelle prossime settimane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*