Meteo, parecchi temporali nel weekend, ma da lunedì torna l’ondata di calore

 
Chiama o scrivi in redazione


Meteo, parecchi temporali weekend, ma da lunedì torna l'ondata di calore

Meteo, parecchi temporali nel weekend, ma da lunedì torna l’ondata di calore

Nel corso dell’imminente WEEKEND, un temporaneo cedimento dell’alta pressione su alcune zone del nostro Paese, permetterà il veloce transito di una perturbazione che porterà una vera e propria TEMPESTA DI TEMPORALI ANCHE FORTI e con il rischio di GRANDINE. Vediamo dunque come evolverà la situazione meteorologica tra SABATO e DOMENICA.

Nella notte tra Venerdì e Sabato, saranno già diffusi parecchi temporali sulle zone alpine e prealpine, i quali, verso mattina, cominceranno ad estendersi alle aree pianeggianti.
Sabato, colpite dai forti rovesci temporaleschi, saranno infatti le pianure del Piemonte e della Lombardia. In seguito, il meteo, andrà peggiorando un po’ su tutto il Nord quando una sorta di tempesta di temporali e grandinate colpirà soprattutto la Lombardia, il Triveneto e l’Emilia Romagna. Attenzione ai fenomeni che potrebbero risultare di forte intensità con isolati nubifragi, qualche allagamento e possibili trombe d’aria. Ma questa importante ingerenza temporalesca farà sentire i sui effetti anche su altre zone del Paese come sulle Marche, i settori orientali e meridionali della Toscana, fino all’Abruzzo, il Nord del Lazio e la Campania. Verso sera il veloce fronte perturbato abbandonerà i settori ovest rimanendo attivo solo sul Triveneto, la Romagna e le Marche. Calano un po’ le temperature al Nord. Tempo decisamente più tranquillo altrove con caldo intenso al Sud e sulle due Isole Maggiori.

Arriviamo così al secondo step del weekend e per la precisione alla giornata di Domenica quando già dal mattino il tempo ci proporrà i suoi buoni propositi verso un netto miglioramento. Solo sull’estrema fascia alpina orientale saranno ancora possibili rovesci nella primissima parte del giorno seppur in temporanea fase fase di attenuazione. Sul resto del Paese, un nuovo e provvidenziale aumento della pressione, riporterà il bel tempo su tutte le regioni anche se nelle ore più calde potranno ancora aversi alcuni residui temporali sui rilievi del Trentino, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. Tornano a salire le temperature specie al Centro Nord preludio all’annunciata ondata di caldo prevista per la prossima settimana.

Dal prossimo Lunedì 24 Giugno una ROVENTE LINGUA AFRICANA si allungherà sull’Italia dando il via ad intensa ONDATA DI CALDO con temperature quasi da RECORD per questo mese. Ecco le CAUSE, la DURATA e le CONSEGUENZE.

I nostri modelli meteo CONFERMANO per dall’inizio della prossima settimana, già da Lunedì 24 Giugno, l’arrivo in grande stile del possente anticiclone africano che regalerà all’Italia tanto sole e caldo. La CAUSA della risalita di questa massa d’aria bollente va ricercata nella particolare disposizione delle correnti e delle pressioni. In particolare un vortice ciclonico presente sull’Europa orientale favorirà, grazie al suo moto antiorario, l’espansione verso il nostro Paese dell’anticiclone africano che investirà in particolare le regioni del Nord e quelle tirreniche.

Questa ONDATA di CALDO sarà straordinaria per due motivi: intensità durata.

Partiamo dall’intensità, le temperature sono previste in forte aumento già da Martedì 25 con punte fin verso i 39-40°C a nel ferrarese, rodigino, padovano, oltre i 35°C anche sul resto della Pianura padana. L’ondata di caldo si farà sentire anche al Centro con 36°C a Firenze e Roma, possibili picchi fino a 38-39°C nelle zone interne toscane e laziali. Sulle due Isole Maggiori non escludiamo la possibilità di toccare punte vicine ai 42-43°C, specie nelle zone interne maggiormente soggette in queste occasioni a registrare valori altissimi.

Anche la durata sarà alquanto eccezionale, essendo solamente all’inizio dell’Estate. Questi valori termici ci accompagneranno almeno per tutta la prossima settimana fino a Domenica 30 Giugno. Un blocco atmosferico granitico di questo possente anticiclone africano che manterrà lontano le perturbazioni per tanti giorni.

Tra le CONSEGUENZE, oltre ai disagi fisici durante le ore più calde a causa degli alti tassi di umidità (rischio colpo di calore) segnaliamo anche la possibilità di vivere le così dette NOTTI TROPICALI: quando cioè anche durante le ore notturne le temperature non riescono a calare mantenendosi oltre i 27°C specie nelle grandi città come Milano, Torino, Firenze o Roma a causa dell’effetto isola di calore

Fonte: ilmeteo.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*