Meteo, clima instabile sul Italia, arriva un nuovo fronte freddo

 
Chiama o scrivi in redazione


Ancora freddo e pioggia anche in Umbria, ondata di freddo artico

Meteo, clima instabile sul Italia, arriva un nuovo fronte freddo

(da Centro Meteo Italiano)
Un nuovo e intenso peggioramento sembrerebbe essere alle porte del Mediterraneo nel prossimo week-end, confermando così un inizio di primavera caratterizzato non solo dal maltempo ma anche dalla neve a quote medio-basse sui rilievi del Centro-Nord. Tutto quello che l’inverno non aveva dato alle montagne, sembrerebbe essere destinato a darlo la Primavera, forse anche con gli interessi. Partiamo però dalla giornata odierna, momento in cui su molte regioni persisteranno ancora una volta condizioni meteo instabili: al Sud Italia sta transitando in questi minuti il fronte perturbato che nella giornata di ieri ha determinato piogge a tratti molto forti tra Liguria e Toscana, oltre che le nevicate fino a quote sorprendentemente basse lungo l’arco alpino.

Tendenza prossime ore e zone colpite dal maltempo

Nelle prossime ore assisteremo ad un temporaneo miglioramento sulle regioni tirreniche, mentre al Nord Est persisteranno precipitazioni sparse specie su Friuli e Triveneto. Nel corso della giornata il transito di un nocciolo freddo in quota favorirà inoltre un nuovo peggioramento sull’Emilia-Romagna, dove in nottata la quota neve scenderà fin verso le quote collinari in Appennino. Domani è atteso invece il transito di un fronte freddo sulle regioni centrali adriatiche, con quota neve in calo e piogge sparse sulle regioni di Marche, Abruzzo, Molise e Puglia settentrionale.

Neve attesa anche in Appennino oggi

Nella giornata odierna la neve cadrà, ancora una volta, a quote relativamente medio-basse sia sull’arco alpino nord orientale che su quello emiliano (in nottata). I fiocchi cadranno invece più in alto sulle zone interne di Lazio e Abruzzo, non più in basso di 1000-1200 metri.

Nuovo affondo meridiano alle porte, i modelli di calcolo ci credono

Tornando al prossimo week end, sia il modello americano Gfs che quello europeo Ukmo, nell’emissione di questa mattina sembrano voler confermare un nuovo affondo meridiano sulla nostra Penisola. Tornano maltempo e neve sulle Alpi, quindi, a partire da venerdì (primissime ore) con precipitazioni diffuse dapprima al Centro-Nord e nelle giornate di sabato/domenica anche sulle regioni meridionali. Un inizio mese decisamente dinamico che conferma la regola della Primavera caratterizzata da bruschi cambiamenti nel giro di poco tempo, anche se a onor del vero il Vortice Polare continua a mantenersi compatto e vicino alla sua sede naturale.

1 Trackback / Pingback

  1. Ci mancava pure il maltempo, in arrivo neve e venti forti, è allerta meteo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*