Che tempo farà nei prossimi giorni, ma l’estate è già finita?

La nuova settimana si preannuncia piuttosto dinamica sul fronte meteorologico

Che tempo farà nei prossimi giorni, ma l'estate è già finita?

Che tempo farà nei prossimi giorni, ma l’estate è già finita?

IL METEO.IT La nuova settimana si preannuncia piuttosto dinamica sul fronte meteorologico.
Si inizierà infatti con un lunedì 30 all’insegna di un colpo di scena in quanto l’anticiclone africano cercherà di fare nuovamente la voce grossa anche se l’atmosfera non sembra comunque in grado di riportarci all’interno di un conteso nuovamente estivo per tutti. Il calendario infatti avanza inesorabile e la stagione estiva, come giusto che sia, fatica a resistere alle sempre più frequenti ingerenze nord atlantiche foriere d’aria più fredda e a tratti anche molto instabile.

Fatta questa doverosa premessa, vediamo di fare una veloce carrellata su cosa ci propone il meteo fino al primo weekend del mese di settembre.
L’annunciato rinforzo dell’alta pressione di matrice sub-tropicale ci regalerà un quadro meteorologico di inizio settimana abbastanza tranquillo sulle regioni del Sud e gran parte del Centro dove per altro assisteremo ad un generale aumento termico più apprezzabile sulla Sicilia dove tornerà anche a fare un po’ caldino.
Solo sulle regioni settentrionali il tempo risulterà moderatamente più incerto con qualche locale rovescio temporalesco non escluso a ridosso dei rilievi alpini e delle Prealpi di Nordest e possibile pure sulle pianure e coste friulane e del Veneto orientale.

Nei giorni successivi e per la precisione tra martedì 31 agosto e giovedì 2 settembre l’alta pressione, seppur senza particolare invadenza, riuscirà a mantenere condizioni tutto sommato tranquille su tutto il Paese salvo per qualche nota d’instabilità pomeridiana a ridosso dei rilievi sia su quelli alpini, ma anche su alcuni tratti della dorsale appenninica. Il tutto sarà accompagnato da un contesto termico abbastanza gradevole a tratti anche freddo la notte al Nord e nelle vallate interne del Centro.

Ma le velleità della novella alta pressione saranno presto eluse da una perturbazione atlantica che già dalla tarda serata di giovedì si avvicinerà al Nordovest e alle regioni tirreniche del Centro, dove il tempo andrà peggiorando in forma più evidente nel corso di Venerdì 3.

Sarà questo il preludio ad un weekend che inizierà sicuramente all’insegna del meteo capriccioso soprattutto per le regioni del Centro ed in seguito anche al Sud.
Tuttavia, vista la distanza in sede previsionale, sarà necessario attendere ulteriori aggiornamenti.

Un tempo era la burrasca di Ferragosto a rompere definitivamente l’estate. Quest’anno i temporali e temperature un po’ più fresche sono arrivati un po’ dopo, diciamo con una settimana di ritardo.
Ora però la domanda sorge spontanea: l’estate è finita o tornerà il grande caldo africano con l’anticiclone Lucifero?

L’Italia, in questo momento, come spesso accade (e non solo in meteorologia!) si trova di fatto tra l’incudine e il martello: sono due le grandi figure meteorologiche che hanno iniziato a sfidarsi in una cruda lotta, in un braccio di ferro che per il momento non ha vincitori né vinti; da una parte, abbiamo le fresche e instabili correnti atlantiche che si generano alle latitudini più settentrionali del continente europeo, dove l’autunno ha già iniziato a galoppare (e dove forse l’estate non è quasi mai iniziata); dall’altra, ci sono le roventi fiammate africane che tentano ancora disperatamente di salire verso Nord, attraversando il Mediterraneo annaspando ed arraspando verso il nostro Stivale.

Cosa nascerà da questa lotta? Innanzitutto forti contrasti: sarà proprio questa la parola d’ordine dei prossimi giorni, caratterizzati dunque dai temporali, anche forti, che hanno iniziato già ad interessare l’Italia in estensione or ora dalle Venezie verso le nostre regioni centro-meridionali.

Sul fronte delle temperature, invece, nonostante i freschi refoli nord-atlantici, il calore africano sarà ancora in grado di far sentire la sua influenza, anche in maniera marcata, soprattutto al Sud, terre più vicine al luogo d’origine dell’anticiclone. Ne avremo un esempio già all’inizio della prossima settimana, quando calde correnti in risalita proprio dal Nord Africa tenteranno di riconquistare almeno parte del Sud, con temperature che torneranno decise sopra la media.

L’estate è dunque finitaNo. Certo, magari la fase super bollente che nel mese di agosto ci ha portato a raggiungere valori record di 48,8°C in Sicilia può definitivamente dirsi conclusa, ma ciò non significa che la stagione estiva abbia abdicato.

Anzi, potrebbe nascere ora una nuova estate, più gradevole, dal clima amabile e tutta da vivere, con i ricordi di sempre, che siano essi di una vacanza, o solo di un weekend, una notte, una Stella.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*