Tesei, politiche a sostegno delle persone più fragili al centro delle nostre azioni

Tesei, politiche a sostegno delle persone più fragili al centro delle nostre azioni

“Il fatto che ci sia il ministro e che ascolti servirà anche ad indirizzare le politiche nazionali che a volte non arrivano proprio a interpretare e sostenere alcuni progetti che invece sono molto importanti”: lo ha affermato la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, prima dell’inizio dei lavori della giornata di studio “Vulnerabilità psicofisica, esclusione, cronicità. Proposte per la tutela della dignità del debole: un valore che cura”.

All’incontro nell’aula Magna del dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Perugia ha infatti partecipato anche ministro della Salute, Roberto Speranza che ha chiuso l’incontro. Per Tesei “ci sono disagi crescenti sui quali dobbiamo essere in grado di intervenire”.

Nuovi bisogni

“Un tema delicato e di grande attualità – ha sottolineato Tesei – anche alla luce di nuovi bisogni che stanno emergendo anche per il periodo che abbiamo vissuto con un momento stressante per tutti”. Secondo la presidente della Regione, “politiche adeguate ci sono ma in questo momento cambiano anche le esigenze”.

Per questo motivo, ha commentato Tesei, “gli interventi di oggi sono tutti autorevoli ed aiuteranno nei percorsi da intraprendere per essere efficaci per fronteggiare situazioni di questo genere”.

Più fragili e con disagi

“In Umbria – ha proseguito – le politiche a sostegno delle persone più fragili e con disagi e che riguardano tutte le fasce di età sono al centro delle nostre azioni”. E annunciando un video proiettato poi in aula del Serafico di Assisi, una eccellenza non solo umbra che cura le disabilità gravi e complesse, Tesei ha ricordato che al ministro Speranza “è stato già presentato un progetto importante e speriamo che oggi sia l’occasione anche per concretizzare”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*