Comune di Perugia, il sindaco Andrea Romizi ha presentato la Giunta

Andrea Romizi
Andrea Romizi
Andrea Romizi

PERUGIA – Il sindaco Andrea Romizi ha presentato al Consiglio la composizione della Giunta Comunale, nominando nel contempo anche la figura del Vice Sindaco, durante la prima sede del consiglio comunale di Perugia che si è tenuta oggi.

Questi sono i componenti nominati, con relative deleghe. GUARDA LE FOTO

Urbano Barelli (Vice Sindaco) con delega alle politiche ambientali, personale e protezione civile.

57 anni, sposato e padre di tre figli, vive e lavora a Perugia. É fondatore dell’Associazione Professionale “Studio Legale Scassellati Sforzolini”, oggi titolare dello Studio Legale “Urbano Barelli”. Primo avvocato umbro a ricoprire il prestigioso incarico di Presidente Nazionale dell’AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati), è da sempre attento alle problematiche dell’Umbria e della Città di Perugia. Già negli anni 90 del secolo scorso è componente del Consiglio Direttivo della Fondazione “Umbria contro l’usura Onlus”.

Dramane Waguè con delega all’edilizia scolastica, politiche per infanzia ed adolescenza, demografia, partecipazione ed associazionismo.

Quarantotto anni, nato e cresciuto in Mali, Dramane Wagué è arrivato a Perugia sul finire degli anni Ottanta, per studiare all’università. Wagué è sempre stato attivo politicamente, e un paio di legislature fa è approdato in consiglio comunale come indipendente eletto nelle liste di Rifondazione Comunista. Poi è confluito nella Margherita e quindi nel Partito Democratico. Poeta, scrittore, è da tempo dipendente della Provincia di Perugia.

Cristina Bertinelli, con delega al bilancio, finanze, demanio e patrimonio. Nata a Rimini, il 20 febbraio del 1963, si è laureata in Economia e Commercio presso l’Università degli studi di Perugia. Attualmente svolge la professione di Dottore Commercialista e Revisore Legale a Perugia ed è abilitata alla professione di mediatore civile. Ha svolto ed ancora svolge incarichi di vario genere in società di capitali private, associazioni, cooperative ed enti, anche in qualità di Presidente del Collegio sindacale, nonchè consulenze in materia societaria, aziendale e fiscale; in passato, tra le altre cose, ha ricoperto il ruolo di professore in economia aziendale presso l’università di Macerata ed in ragioneria generale ed applicata presso l’università di Ancona.

Cristiana Casaioli, con delega al commercio, artigianato e mobilità.

Perugina, è nata il 3 settembre del 1965. Si è laureata in Economia e Commercio presso l’Università degli studi di Perugia, è imprenditrice nell’azienda di famiglia, che si occupa del commercio di calzature ed accessori fin dagli anni ’60. Dal 2000 è entrata a far parte di Confcommercio Provincia di Perugia, fondando il settore moda. E’ stata consigliere del Consorzio nazionale Federcalzature dal 2007 al 2011, nonchè consigliere del consorzio innovazione terziario dal 2008 al 2011. Attualmente è al seconda mandato alla vicepresidenza dell’Associazione commercianti Perugia e comprensorio (Ascom). Dal 2008 è membro della Commissione provinciale Inps e presidente della Commissione Inps Commercianti. E’ membro del consiglio provinciale della Confcommercio-Perugia e dal 2012 è in carica alla presidenza dell’ente bilaterale del terziario.

Francesco Calabrese, con delega alle infrastrutture, lavori pubblici, Perugia digitale.

Nato nel 1965, è sposato, ha due figli. Esercita la professione di avvocato. Cresciuto politicamente nella Democrazia Cristiana, nel 1985 è stato eletto consigliere della II Circoscrizione (Porta San Pietro). E’ stato consigliere comunale per tre legislature, la prima volta nel 1995, poi riconfermato alle successive elezioni del 1999 e del 2004, ques’ultima nelle file dell’Unione di Centro.

Ha fatto parte della I commissione consiliare permanente (Urbanistica) e della IV commissione (Affari Istituzionali). È stato anche presidente del comitato che ha promosso i referendum per la città di Perugia.

Teresa Maria Severini, con delega alla cultura, turismo ed università.

Nata a Perugia nel 1954, è sposata con l’Avv. Corrado Zaganelli ed ha tre figli. Laureata in Enologia alla facoltà di agraria dell’Università di Perugia, si è specializzata presso l’Institut d’Oenologie dell’Università di Bordeaux. Agronomo ed enologo conduce da tempo d’Azienda di famiglia (Cantine Lungarotti). E’ stata per nove anni presidente regionale dell’Associazione imprenditrici e donne dirigenti d’azienda (Aidda), presidente del comitato per l’imprenditoria femminile presso Unioncamere Umbria e la camera di commercio di Perugia. Attualmente è membro della Commissione nazionale cultura di confindustria nazionale e consigliera di Assindustria Perugia. Sempre per confindustria è membro della Camera di Commercio di Perugia e, per quest’ultima membro del Comitato per l’imprenditoria femminile. É presidente della Fondazione Post (Perugia officina della scienza e della tecnologia) e consigliere della onlus fondazione Lungarotti.

Emanuele Prisco, con delega all’urbanistica, edilizia privata e sport.

Perugino, 36 anni, laureato in giurisprudenza e avvocato. E’ sposato e padre di una bambina, lavora come funzionario dei Vigili del Fuoco presso la sede di Perugia.

Ha ricoperto vari incarichi dirigenziali dapprima in Alleanza Nazionale e poi nel Pdl, nelle cui file è stato eletto in Consiglio Comunale nel 2009. Successivamente è passato al gruppo di Fratelli d’Italia, dei quali è uno dei fondatori, nonchè portavoce regionale per l’Umbria.

Edi Cicchi, con delega ai servizi sociali, famiglia, edilizia pubblica, pari opportunità.

Nata a Perugia l’11 agosto 1960, sposata, ha due figli. Diplomata con maturità tecnica, è Dirigente presso la Nuova dimensione cooperativa sociale (in cui dal 2002 ricopre il ruolo di Presidente) e membro del CdA del consorzio Viviumbria (di cui dal 2013 è Presidente). Per tre anni ha assunto l’incarico di membro di Confcooperative della Commissione donne a livello nazionale ed oggi è membro del comitato per l’imprenditoria femminile della camera di commercio. E’ stato amministratore delegato della società Assistenza alla famiglia Casamica. Dal 2006 è amministratrice del consorzio Auriga, di cui è divenuta presidente nel 2013. Nel 2013 è stata nominata vicedirettore dell’Ufficio diocesano per i problemi sociali ed il lavoro.

Michele Fioroni, con delega allo sviluppo economico, marketing territoriale, progettazione europea, arredo urbano, aree verdi.

Nato a Perugia il 6.12.1970, coniugato con due figli, laureato in economia aziendale presso la facoltà di Economia e commercio dell’Università di Pisa. E’ titolare, presso l’Università degli studi di Perugia, della cattedra di Marketing nel corso di laurea interfacoltà in scienza della Comunicazione, nonchè della cattedra di economia e gestione delle imprese commerciali del corso di laurea in economia e amministrazione delle imprese.

Il Sindaco Romizi ha tenuto per sè la delega sulla sicurezza.

Nel merito il Sindaco ha sottolineato che quella di oggi deve essere considerata una festa cittadina, perchè è lo specchio del fatto che la democrazia si perpetua. Per questo il primo cittadino ha detto di non aver apprezzato i toni di alcuni interventi espressi dai banchi dell’opposizione.

Nel salutare i candidati alla carica di Sindaco avversari (Rosetti e Boccali in particolare), con i quali sono stati condivisi giorni difficili, Romizi ha precisato che il compito che spetta alla nuova Amministrazione è di ripartire: sono cambiati i ruoli, infatti, ma l’amore per la città rimane sempre lo stesso.

“Questa non è una Giunta “last-minute”, visto che, come previsto dall’ordine dei lavori contenuto nella convocazione della seduta, era questo il luogo deputato per presentare il nuovo esecutivo. Ciò anche al fine di garantire il pieno rispetto del Consiglio Comunale, cui vogliamo restituire ruolo e dignità”.

Analizzando l’iter che ha portato alla nomina della Giunta, il Sindaco ha evidenziato che sono state del tutto naturali le dialettiche sorte in seno alla maggioranza.

Nel merito delle scelte operate, Romizi ha riferito di aver voluto dar seguito a quanto ripetuto più volte in campagna elettorale: ossia rimettere in circolo alcune delle energie positive presenti in città, perchè Perugia oggi vive un momento difficile e servono, quindi, strumenti straordinari per uscirne.

“Credo che avere in Giunta persone con variegate esperienze professionali vada in questa direzione, ossia crescere con il contributo di tutta la città”.

Il Primo cittadino ha confermato di aver avuto, in merito alle scelte operate, un pieno sostegno da parte di tutti i gruppi della maggioranza, cui ha riconosciuto, per l’effetto, una grande maturità. “La vera sfida ora non è sostituire chi c’era prima, bensì cambiare mentalità, riavvicinandoci ai cittadini. E per farlo abbiamo scelto di affidarci a persone di spiccate e rinomate qualità”.

Romizi ha riconosciuto che sono stati difficili i giorni che hanno preceduto le nomine odierne, perchè non è facile scegliere le persone giuste da mettere al posto giusto. Tuttavia è valsa la pena di aspettare qualche giorno in più per farlo, tenuto conto del fatto che a questa Giunta è demandato il complicato compito di governare la città per cinque anni.

“Oggi si apre una fase nuova; dopo la vittoria elettorale non ho mai parlato di “liberazione”, ma ho avuto ben chiaro un concetto: la mia generazione è cresciuta per troppo tempo con la convinzione che nulla potesse cambiare in questa città e che i giovani non sarebbero mai stati valutati per i meriti, ma solo perchè inseriti all’interno di un certo sistema.

Ciò perchè a Perugia è sempre mancata l’alternanza politica e solo quest’ultima è in grado di garantire un buon governo e la crescita di una città. Oggi, pertanto, sono sicuro che Perugia possa rigenerarsi e che, insieme a tutta la città, possano rigenerarsi, ciascuno nel proprio differente ruolo, sia la nuova maggioranza, cui è demandata una grande responsabilità, sia l’opposizione”.

Romizi ha concluso riconoscendo che il compito richiesto al nuovo governo di Perugia non sarà facile: “però sono certo che, tutti insieme, nei prossimi cinque anni possiamo lavorare con dedizione per rinnovare la nostra città e vincere questa difficile sfida”.

httpv://youtu.be/GjmW-0fYzto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*