La ternana Martina Nasoni vince il Grande Fratello 16 | VIDEO 🔴FOTO

La ternana Martina Nasoni vince il Grande Fratello 16

La ternana Martina Nasoni vince il Grande Fratello 16

La ragazza con il cuore di latta, la ternana Martina Nasoni, ha vinto l’edizione numero 16 del Grande Fratello. Martina è stata fin dal primo giorno una delle concorrenti più amate della sedicesima edizione del Grande Fratello. Martina ha superato l’ultimo ostacolo con il suo “amato” Daniele Dal Moro.

La storia di Martina ha conquistato il cuore di milioni di telespettatori e si è contraddistinta durante il percorso all’interno della casa. Commovente la lettera che Martina ha scritto alla sua mamma, raccontando la malattia della madre, dicendo: “Ha un problema genetico che ha ereditato da mia nonna e che poi ha trasmesso a me. Ho rischiato di perderla più volte. Il giorno che è arrivato il cuore, se la sono venuta a prendere con l’elicottero… Poteva essere l’ultima volta che ci vedevamo. E lei aveva paura di non tornare. Mi diceva “Voglio solo che quando riapro gli occhi le prime persone che vedo siano te e papà“.



Per la finale una bellissima sorpresa per Martina che in giardino ha ricevuto la visita della madre: “Ti amo mamma, il mio cuore sei tu”.

“Nessuno può essere handicappato da niente” dice Barbara d’Urso a Martina Nasoni: “La vita mi ha messo davanti a tanti limiti, ma sono sempre andata oltre” ha detto Martina.

Negli ultimi giorni da parte del pubblico abbiamo assistito a un calo del gradimento ma il suo passato burrascoso ha intenerito migliaia di fan e in tanti hanno apprezzato il suo essere genuina e schietta.

Nella casa erano rimasti in tre Martina, Gianmarco e Enrico. Il pubblico ha dapprima scelto Martina ed Enrico che sono arrivati in finale. E a fine puntata Barbara D’urso ha comunicato il nome ufficiale. Martina Nasoni, la ventunenne ternana, vince la sedicesima edizione del Grande Fratello portando a casa un montepremi finale di 100 mila euro. Soldi che Martina utilizzerà per pagare il mutuo della sua famiglia.



Commenta per primo

Rispondi