Presunzione d’innocenza, nasce l’Osservatorio regionale dell’Umbria 📸 FOTO

Presunzione d'innocenza, nasce l'Osservatorio regionale dell'Umbria

Presunzione d’innocenza, nasce l’Osservatorio regionale dell’Umbria

Nasce l’Osservatorio regionale permanente sull’attuazione del decreto legislativo dell’8 novembre 2021 n. 188 sulla presunzione d’innocenza e sarà composto da giornalisti e tutti i procuratori del distretto.

A firmare l’atto che istituisce l’Osservatorio «in maniera sperimentale» sono stati il procuratore generale di Perugia Sergio Sottani, il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria Mino Lorusso e la vice presidente dell’Associazione stampa umbra, Luana Pioppi.

Dell’Osservatorio faranno parte non più di quattro professionisti dell’informazione, a rotazione periodica, in rappresentanza dell’intero territorio regionale, che monitoreranno due volte al mese la comunicazione ufficiale, con l’obiettivo «di essere da stimolo per migliorare la qualità di redazione dei comunicati e, più in generale, le modalità di comunicazione di informazioni sui procedimenti penali.

È l’inizio – ha detto Sottani – di un percorso. Questo significa sfruttare in modo molto propositivo la legge al di là delle opinioni che ciascuno può avere su di essa. La norma apre una prospettiva nuova ma non bisogna guardare solo gli aspetti critici. Questo Osservatorio è un modo per verificare sul campo la qualità dell’informazione giudiziaria».

Di «inizio di un percorso comune» ha parlato anche il presidente Lorusso, che ha sottolineato le «difformità interpretative» e ha ribadito come si tratti non di «una soluzione ma per il momento una prospettiva».



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*