Covid 19 La Colpa non è nostra, presidio lunedì 4 Prefettura di Perugia

Le misure indiscriminate del governo Conte portano al suicidio del Paese

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid 19 La Colpa non è nostra, presidio lunedì 4 Prefettura di Perugia

Covid 19 La Colpa non è nostra, presidio lunedì 4 Prefettura di Perugia

Nel rispetto delle distanze fisiche precauzionali, a Perugia e in tante altre città italiane, come cittadini di sana e robusta Costituzione, protesteremo contro l’ultimo dispotico decreto del Governo Conte, affinché sia posto fine al blocco autoritario della vita sociale, economica, politica e democratica del Paese.  La nostra sarà un’azione pacifica di disobbedienza civile, anche in solidarietà con i lavoratori ormai disoccupati, delle partite iva di cui una delegazione sarà ricevuta dal Prefetto per la consegna simbolica delle chiavi delle tante attività condannate a morte. E’ stato chiesto anche un incontro alla Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei.

COVID-19: LA COLPA NON E’ NOSTRA! – PERUGIA – Lunedì 4 maggio, ore 11:00-12:00 – PRESIDIO SOTTO LA PREFETTURA

La protesta dei cittadini è legittima in base ai principi costituzionali della inviolabilità dei diritti di libertà personale (art. 13), di svolgere attività lavorativa (art. 4), di circolazione (art. 16), di riunione (art. 17), di manifestazione del pensiero (art. 21), di culto (art.19, di istruzione (art. 33 e 34), di libera iniziativa economica (art. 41).

Le misure indiscriminate del governo Conte portano al suicidio del Paese. 

Il governo sta spingendo alla fame milioni di lavoratori non garantiti, sta condannando a morte centinaia di migliaia di piccole aziende, partite iva, commercianti, liberi professionisti, artigiani.

L’Umbria è tra le regioni col più basso tasso di contagio, tenerci bloccati e agli arresti domiciliari non è solo ingiusto è irrazionale. 

Come non si può fermare il vento, non ci fermerete con l’elemosina e le false promesse.

Vogliamo Lavoro, Reddito, Dignità e Libertà.
Occorre uscire da questo blocco per evitare la catastrofe sociale!
Occorre uscire dalla gabbia dell’Unione europea e riconquistare la sovranità monetaria!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*