Una Città del Cioccolato al Mercato coperto, è l’idea di Guarducci

 
Chiama o scrivi in redazione


Eurochocolate, assordante silenzio di politica, sindacati e asso categorie

Una Città del Cioccolato al Mercato coperto, è l’idea di Guarducci L’idea di Eugenio Guarducci, patron di Eurochocolate è arrivata sul tavolo dei commercianti. Una città del Cioccolato al Mercato coperto. Ma il Mercato è in fase di ristrutturazione e il Comune è pronto a giocare la carta del bando. E’ quanto riporta oggi il Messaggero Umbria. «A Perugia – ha sempre sostenuto Guarducci rispetto all’idea della Città del Cioccolato – serve un attrattore di flussi che duri tutto l’anno e la strada più facile è farlo ruotare intorno al cioccolato. Poter accogliere qui, in pieno centro storico, chi viene per visitare in 2-3 ore questo spazio dedicato al cioccolato, significa poi farlo entrare in città, andare a visitare la Galleria nazionale, mangiare nei ristoranti. E ha senso farlo qui perché è al capolinea del minimetrò, che collega il centro con la periferia».

Romizi è il terzo sindaco con cui Guarducci si confronta sull’idea della Città del Cioccolato. Ma la strada del Mercato Coperto è un’altra. A meno che Guarducci non giochi la carta di partecipare al bando per la gestione.

La prima idea è del 2006 con a palazzo dei Priori Renato Locchi, poi è toccato il confronto con Wladimiro Boccali che per il Mercato Coperto aveva battuto anche la strada di Eataly con tanto di visita del patron Oscar Farinetti e adesso il centrodestra con Andrea Romizi.

Il progetto di Guarducci è più orientato verso i turisti, quello tirato giù da palazzo dei Priori più legato al territorio, cioè verso i perugini e poi, naturalmente, anche per chi viene da fuori. Non solo.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*