Umbria, contributi per 190 mila euro per iniziative organizzate da terzi

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbria, contributi per 190 mila euro per iniziative organizzate da terzi
Umbria, contributi per 190 mila euro per iniziative organizzate da terzi

Umbria, contributi per 190 mila euro per iniziative organizzate da terzi

Anche per il 2021, la Camera di Commercio dell’Umbria interviene a sostegno della promozione e valorizzazione dell’economia e del territorio, attraverso la concessione di contributi alle iniziative organizzate da terzi che si svolgono nella regione Umbria.

Il Bando per la selezione delle iniziative approvato dalla Camera di Commercio dell’Umbria prevede uno stanziamento complessivo pari a 190 mila euro.

Domande  a partire dal 16 luglio 2021 e fino al 20 settembre 2021.

LEGGI ANCHE – Mencaroni: accordo Camera di Commercio-Quadrilatero Marche Umbria

Sono amesse a contributo le iniziative e i progetti in programma dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021 che abbiano le seguenti finalità:

–           promozione culturale e/o turistica del territorio; valorizzazione delle eccellenze produttive; sostegno alla competitività del tessuto imprenditoriale locale.

I criteri di valutazione delle domande: coerenza dell’iniziativa con le linee programmatiche approvate dalla Camera di Commercio dell’Umbria; positiva ricaduta attesa sul sistema economico locale; completezza e qualità della progettazione dell’iniziativa; adeguatezza della struttura proponente rispetto all’iniziativa proposta; trasversalità dell’iniziativa, con il coinvolgimento di più enti/organismi.

Le donade debbono essere inoltrate esclusivamente per Posta Elettronica certificata all’indirizzo cciaa@pec.umbria.camcom.it.

Non saranno considerate ammissibili le domande di contributo inviate con altre modalità di trasmissione o al di fuori dei termini fissati.

La modulistica da utilizzare, a pena di inammissibilità, è scaricabile dal sito della Camera di Commercio dell’Umbria all’indirizzo: www.umbria.camcom.it

Chi può richiedere il contributo camerale: gli enti pubblici, gli organismi di diritto pubblico o a prevalente capitale pubblico; gli organismi privati portatori di interessi diffusi sia del sistema delle imprese sia di componenti della società civile quali: associazioni imprenditoriali, enti e organizzazioni private senza scopo di lucro, organismi del privato sociale (ONLUS) e di rappresentanza dei lavoratori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*