Umbria e le sue città medievali tra le 15 mete italiane preferite da fotografi e travel blogger

Si tratta del risultato di un indagine effettuata da un'azienda di noleggio auto che ha messo insieme i dati delle richieste dei clienti e il parere di esperti

Gubbio, foto di Gianluigi Traversini

Umbria e le sue città medievali tra le 15 mete italiane preferite da fotografi e travel blogger

Si tratta del risultato di un indagine effettuata da un’azienda di noleggio auto che ha messo insieme i dati delle richieste dei clienti e il parere di esperti

Di Rossano Pastura

L’Umbria, con le sue città medievali, è tra le 15 mete preferite in Italia per fotografi e travel blogger. E’ quanto emerso dall’analisi del database di 80mila contatti e dal sondaggio fatto tra un team di esperti di viaggio da un’azienda di noleggio auto, la Enjoy Travel.

Oltre a mettere insieme i dati delle richieste della clientela e delle loro mete preferite, la Enjoy Travel ha chiesto a fotografi professionisti e travel blogger di indicare le loro mete italiane preferite, raccogliendo le 15 che hanno raccolto maggiori apprezzamenti.

La nostra regione, ed in particolare le sue città medievali, è rientrata in questa speciale classifica che vede citate le più belle località italiane.

L’elenco di questi “luoghi incantevoli”, vede citate le località più conosciute e turistiche insieme ad altre meno note al grande pubblico, ma altrettanto belle e meritevoli di essere menzionate.

La lista redatta dalla Enjoy Travel e visibile alla pagina https://www.enjoytravel.com/it/notizie-di-viaggio/localita-da-visitare/i-15-luoghi-in-Italia-piu-amati-da-fotografi-e-travel-blogger mette insieme le seguenti località:

  1. Umbria e le sue città medievali  
  2. Centuripe, paesino siciliano
  3. Lago Biviere e i monti Nebrodi
  4. L’Abruzzo, la sua natura e i suoi centri storici
  5. Il litorale sconosciuto dei Trabocchi 
  6. La maestosità del Gran Sasso
  7. Val d’Orcia in Toscana
  8. La Spiaggia della Pelosa in Sardegna
  9. Baunei e le sue spiagge
  10. La Costa Smeralda e le sue acque cristalline
  11. L’isola di Capri e la Costiera Amalfitana 
  12. Le maestose Dolomiti
  13. Roma, la città Eterna
  14. Milano, città multietnica e ricca di cultura
  15. Venezia & Firenze: le città d’arte italiane per eccellenza 

Come si può vedere, oltre alle più famose città d’arte italiane e le più belle e conosciute località balneari, questa speciale classifica cita anche comprensori territoriali di grande fascino e di immensa bellezza che non rientrano negli itinerari turistici più comuni.

D’altra parte, nel sito dell’azienda di noleggio auto si legge: “Chi vive in Italia ha la fortuna di potersi spostare da Nord a Sud e vedere posti incantevoli, visitare siti archeologici, passeggiare tra le bellezze della natura incontaminata. E tutti questi luoghi magici sono spunto per molti fotografi e appassionati di viaggio che hanno scelto di lavorare al cospetto di cotanta bellezza”.

E allora, partendo da queste premesse, alla Enjoy Travel hanno avuto l’idea di coinvolgere ” persone che per mestiere immortalano le bellezze italiane e le condividono con gli altri” e farsi dire i loro luoghi preferiti.

La nostra regione è stata indicata da Gianluigi Traversini, esperto di comunicazione web e umbro di nascita, che nel motivare la sua preferenza, dice: “immerse nel verde delle montagne sorgono molte città medievali, a partire dalla bellissima Gubbio con la sua pietra bianca, seguendo con Assisi, Spello, Todi e Perugia. Da consigliare il cibo locale, che non manca di stupirti ovunque ti trovi, ed i panorami mozzafiato della pianura di Castelluccio che tra giugno e luglio si riempie di colori. Infine, il tramonto sul lago Trasimeno è qualcosa di immancabile perché le sue acque brillano come una lastra d’argento mentre il cielo si tinge di arancione”.

Una definizione che coglie tutto il valore e la profondità storica, culturale e paesaggistica della nostra regione.

Essere in questo elenco rappresenta per l’Umbria un grande elemento di promozione turistica e la conferma della grande bellezza che i nostri territori hanno.

 

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*