Landini, green pass non risolve sicurezza, no taglio salario o licenziamenti

Non abbassare guardia su infortuni, si continua a morire anche con mascherine

Landini, 'vaccinarsi dovere sociale, dialogo su green pass in mensa'

Landini, green pass non risolve sicurezza, no taglio salario o licenziamenti

“Nessuno pensi che l’estensione della vaccinazione risolva tutti i problemi della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro. Vaccinarsi è importante e personalmente lo raccomando ma nelle aziende serve applicare il protocollo di sicurezza”. Così il leader Cgil, Maurizio Landini al termine dell’incontro con il ministro del Lavoro, Andrea Orlando ribadisce la posizione del sindacato sul green pass.

“Penso anche che se si pensa ad un obbligo comunque ci sia bisogno di un provvedimento legislativo: quindi è una responsabilità che il governo si deve assumere e in ogni caso non credo si possa pensare né a licenziamenti né a una riduzione della retribuzione nel caso il lavoratore non assolva questo obbligo ma anzi bisognerebbe lavorare perché la tutela, la sicurezza e l’applicazione dei Protocolli sia garantita dappertutto”.

“In questi mesi purtroppo si è visto come si può continuare a morire sul lavoro anche se vaccinati, anche se con mascherine. Quindi è questo il punto su cui non può essere abbassata la guardia. Lo dico per evitare che questo tema diventi il tema della campagna politica”, conclude Landini.

(Lab/Labitalia)

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*