Lago Trasimeno Patrimonio Unesco, lo chiede Carla Spagnoli

Lago Trasimeno Patrimonio Unesco, lo chiede Carla Spagnoli

Lago Trasimeno Patrimonio Unesco, lo chiede Carla Spagnoli

«Un appello lo rivolgo all’ottimo Ministro della Lega Gian Marco Centinaio, che insieme al governatore del Veneto Luca Zaia è riuscito nel capolavoro di rendere “Patrimonio UNESCO” le colline del Prosecco: caro Ministro, Lei che si occupa di Agricoltura ma anche di Turismo, pensi alla nostra Regione, faccia qualcosa per le nostre terre, soprattutto per quel grande patrimonio che è il Lago Trasimeno: luogo di storia, scrigno di immense bellezze naturali e paesaggistiche, penalizzato fin troppo da una politica miope e arretrata! Magari con Lei l’idea del Lago “Patrimonio UNESCO” potrebbe diventare ben più di un bellissimo sogno». La richiesta, ambiziosa, ma molto motivata, la avanza Carla Spagnoli, presidente del Movimento per Perugia.

«Siamo sicuri – dice ancora Spagnoli – che, con le sue capacità, esperienza e serietà Lei sarà in grado di dare il suo contributo per cambiare verso alla nostra Umbria!».

Lago Trasimeno Patrimonio Unesco, lo chiede Carla Spagnoli
Carla Spagnoli

Ma Carla Spagnoli scrive anche che

…Ultime, eclatanti notizie“prevacanziere” arrivano dall’Umbria… Succede che persino l’UDU (Unione degli Universitari), associazione universitaria storicamente legata alla sinistra umbra, ha attaccato il governo regionale dei loro “compagni” per i tagli dolorosissimi alle borse di studio e alle corse degli autobus. La presa di posizione, peraltro, è stata durissima e l’UDU si è spinta a dire che le scelte della maggioranza «sembrano andare nella direzione di smantellare quei servizi e quei diritti che in Umbria erano sempre stati garantiti» e ha parlato di «miope e brusca marcia indietro» in tema di Diritto allo Studio… Cosa dire?

Meglio tardi che mai… Dichiarazioni del genere la dicono lunga su quale sia, ormai, la credibilità del centrosinistra umbro,ridotto ai minimi termini a causa delle note vicende giudiziarie, che sta vivendo questi mesi di agonia prima delle urne soltanto con colpi di coda!

Un centrosinistra che inesorabilmente perde terreno e soprattutto Comuni e sta rimanendo fuori da tutto, eccetto che dall’Università…

Che autorevolezza può ancora avere una Giunta regionale del genere, consapevole dell’imminente e inevitabile disfatta alla prossime regionali? Eppure questa maggioranza ai titoli di coda si permette di tagliare ulteriormente le corse degli autobus e dà così il colpo di grazia al Trasporto Pubblico Locale gestito negli anni in maniera cieca e scellerata!

L’Umbria oggi è una regione, nei fatti, tagliata fuori dai collegamenti aerei, ferroviari e stradali… Questa giunta regionale, beffa delle beffe, si è persino concesso il “lusso” di assumere altri quattro assistenti nonostante l’ordinaria amministrazione, usando in tal modo i risparmi prodotti dalla caduta dell’Ufficio di Gabinetto della Marini e degli assistenti di Barberini, come se questi risparmi non potessero essere usati per tutti gli umbri!!! Per quanto riguarda il Diritto allo Studio, un tempo vanto della sinistra, basta rileggere le dichiarazioni dei loro “amici” dell’UDU…

Oggi ci auguriamo, di cuore, che si vada ad elezioni al più presto possibile per metterci alle spalle questa amministrazione e questa sinistra fuori dal tempo e soprattutto distante anni luce dal popolo che l’aveva sempre votata, nonostante tutto…

Ora aspettiamo il nuovo candidato a Presidente di Regione del centrodestra, augurandoci fortemente che sia della Lega, che sappia dare una svolta vera e far rinascere l’Umbria, terra dimenticata da Dio e dagli uomini in tema di trasporti, con un aeroporto depotenziato e senza voli, una Ferrovia Centrale Umbra chiusa per manutenzione dopo anni di abbandono e un servizio autobus progressivamente ridotto e smantellato, con km di corse urbane ed extraurbane tagliate!!! ….

Carla Spagnoli – Presidente Movimento per Perugia

Commenta per primo

Rispondi