Coronavirus, dal 7 aprile lezioni in presenza in tutta l’Umbria fino alla prima media

In base all’andamento del contagio si valuteranno progressivamente i provvedimenti da prendere nelle settimane successive, in ambito scolastico e no

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, dal 7 aprile lezioni in presenza in tutta l’Umbria fino alla prima media

Coronavirus, dal 7 aprile lezioni in presenza in tutta l’Umbria fino alla prima media

Entrerà in vigore mercoledì 7 aprile, e rimarrà valida sino all’11 dello stesso mese, l’Ordinanza della presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, che conferma molte delle misure già in essere e si adegua alle norme contenute nel nuovo decreto legge.

© Protetto da Copyright DMCA

Tra le principali novità introdotte, si svolgeranno in presenza sino all’11 aprile i servizi educatici e le scuole dell’infanzia (0-6 anni), le lezioni delle scuole Primarie e il primo anno delle scuole Secondarie di Primo grado su tutto il territorio regionale. Le altre lezioni si svolgeranno a distanza.

  • In base all’andamento del contagio si valuteranno progressivamente
    i provvedimenti da prendere nelle settimane successive, in ambito scolastico e non.

I contenuti dell’ordinanza si basano su quanto comunicato dalla Sanità regionale che in considerazione della presenza di varianti del Virus da Sars Cov-2 in Umbria, preso atto della pressione che in parte ancora permane sul sistema ospedaliero e sui servizi sanitari territoriali in ordine alle attività di contact tracing e di assistenza ai pazienti covid positivi, ha valutato congruo svolgere le attività didattiche in presenza per le classi sopracitate.


L’ordinanza della regione

Appello ai genitori per test, anti covid, rapidi agli alunni In farmacia

Con l” obiettivo di riprendere le lezioni in presenza in sicurezza – in base alla nuova ordinanza firmata dalla presidente della Regione Umbria Donatella Tesei che prevede il rientro in presenza fino agli studenti della prima scuola media dopo le festività pasquali – il commissario regionale per l” emergenza Covid Massimo D” Angelo ha reso noto che, in accordo con le farmacie, si intensificherà la campagna con test antigenici rapidi offerti agli alunni. In particolare per quelli che frequentano la prima media e che torneranno da mercoledì 7 aprile in aula.

L’appello della Regione per sensibilizzare i genitori a portare i propri figli in farmacia anche nel periodo pasquale per lo screening gratuito con tamponi rapidi prima del rientro in aula è arrivato nel corso del briefing settimanale con la stampa durante il quale è stato affrontato anche il tema della riapertura delle scuole.

“Riapriamo con molta cautela e gradualmente per evitare di dover di nuovo ritornare alla didattica a distanza” ha poi sottolineato l” assessore regionale alla Salute Luca Coletto. “Lo screening – ha poi precisato D” Angelo – ci consente di dare una maggiore sicurezza in termini di accesso alle scuole da parte di soggetti che potrebbero essere infetti, considerando che quando parliamo di bambini e ragazzi di sovente la patologia decorre in forma asintomatica o paucisintomatica”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*