Cucinelli, il 2021 anno del riequilibrio, ricavi primo trimestre di 164,6 milioni

 
Chiama o scrivi in redazione


Sono i modi che fanno la differenza, Cucinelli: «Trattarci con un po' più di educazione»

Cucinelli, il 2021 anno del riequilibrio, ricavi primo trimestre di 164,6 milioni

“Con sentimento di “grande positività” vi comunichiamo l’andamento del primo trimestre di questo anno 2021 da noi definito “anno del riequilibrio”, un trimestre molto, molto positivo che sta ad indicarci un percorso di ritorno alla “normalità” di vita quotidiana con forte desiderio di sana progettualità”. E’ quanto comunica Brunello Cucinelli Presidente Esecutivo e Direttore Creativo dell’omonima Società. Il gusto che il brand rappresenta in questo momento sta generando un forte consenso che si traduce in importanti riconoscimenti internazionali che onorano la nostra impresa, la nostra cultura, la nostra terra e tutti noi. Il più che buono andamento delle vendite primaverili, l’importante quantità di ordini in portafoglio per l’Autunno Inverno e più che amabile giudizio della stampa mondiale sulle collezioni, ci fa immaginare un anno 2021 con una “ottima” crescita di fatturato tra il 15–20%. Vediamo inoltre un sano incremento delle vendite per l’anno 2022, intorno al 10%”. 

I ricavi al 31 marzo 2021 sono pari a 164,6 milioni di Euro, con una performance a cambi correnti del +5,1% (+7,0% a cambi costanti) rispetto ai 156,7 milioni di Euro al 31 marzo 2020. La crescita del primo trimestre 2021 rispetto ai 160,4 milioni di euro al 31 marzo 2019 è pari al +2,6% (+3,3% a cambi costanti).

Mercato Europeo – ricavi pari a 50,9 milioni di Euro (30,9% sul totale), con un aumento del +3,9% rispetto ai 49,0 milioni di Euro dello scorso anno. La crescita rispetto al primo trimestre 2019 è pari al +1,6%, risultato che consideriamo molto positivo.

Mercato Italiano – le vendite sono pari a 23,6 milioni di Euro (14,3% sul totale), con una flessione del -3,6% rispetto ai 24,4 milioni di Euro del 31 marzo 2020. La performance rispetto al primo trimestre 2019 evidenzia un calo del -17,0%.

Mercato Americano – fatturato pari a 48,6 milioni di Euro (29,5% sul totale), con una performance pari al -4,8% rispetto ai 51,1 milioni di Euro dei primi 3 mesi del 2020 che praticamente non erano stati impattati dagli effetti della pandemia.

Mercato Asiatico – i ricavi al 31 marzo 2021 sono pari a 41,6 milioni di Euro (25,3% sul totale), con una performance del +28,9% rispetto ai 32,3 milioni di Euro al 31 marzo 2020.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*