Vigili del Fuoco, va in pensione ingegner Maurizio Fattorini, il saluto dei suoi ragazzi

 
Chiama o scrivi in redazione


Vigili del Fuoco, va in pensione ingegner Maurizio Fattorini, il saluto dei suoi ragazzi

Dopo 43 anni di servizio, va in pensione l’Ingegner Maurizio Fattorini, un altro pezzo della memoria storica dei vigili del fuoco, non solo del comando di Perugia ma anche di quella parte della nostra amministrazione dove ha collaborato senza mai risparmiarsi ma cercando di apportare benefici all’organizzazione.

Assunto l’11 maggio 77 è stato assegnato come primo incarico al comando di Oristano, è rientrato al comando di Perugia nel 81 passando da Roma e collaborando durante il terremoto dell’Irpinia.

Negli ultimi anni è stato la “voce” del comando di Perugia, tutti coloro che hanno partecipato almeno una volta alle celebrazioni di santa Barbara lo ricorderà, era a capo dell’ufficio per i rapporti con la stampa, collaborando dal 2000 alla costituzione del Centro Documentazione Video che ha come finalità la documentazione per la polizia giudiziaria e la formazione, oltre che per la memoria storica del comando.

Questo era solo uno dei molteplici incarichi che ha ricoperto nella sua carriera, tra questi possiamo citare: la camera schermata, dove si effettuano le misurazioni del fondo naturale della radioattività (una serie di strumenti collegati con la camera, che servono a controllare che non ci sia un innalzamento anomalo del fondo)

ha fatto parte della commissione regionale di esposizione (parliamo sempre di radioattività) gestiva il settore dei sistemi di radio comunicazione, ha traghettato il sistema di sala operativa dal vecchio analogico al digitale, ha fatto parte dell’ufficio pianificazione.


Vigili del Fuoco, va in pensione ingegner Maurizio Fattorini, il saluto dei suoi ragazzi


Potrei continuare per ore ad aggiungere incarichi alla lista, aggiungo solo che agli addetti alla documentazione sicuramente mancherà, e nonostante la pensione, continueremo a chiedere consigli e informazioni. Vi allego una parte della comunicazione del comando “la Direzione Centrale per le Risorse Umane ha comunicato il collocamento a riposo “per raggiunti limiti di età “dell’Direttore Coordinatore Speciale Maurizio FATTORINI a far data dal 1° Ottobre 2020. Il suddetto dipendente ha iniziato la sua carriera nei Vigili del Fuoco nel “Maggio 77”, è pertanto da considerarsi anch’esso uno degli ultimi testimoni diretti della “metamorfosi” che il Corpo Nazionale ha avuto in questi quarant’anni di storia.

Nel passare inesorabile del tempo, scandito dai turni di servizio e dalle ricorrenze della Festa di Santa Barbara, patrona dei Vigili del Fuoco, lo stesso ha avanzato nella sua carriera professionale che lo ha portato a ricoprire, con competenza e professionalità, tanti incarichi sia del Comando che dell’allora Ispettorato e oggi Direzione Regionale.

Se c’è una cosa che emerge chiara a tutti noi che lo abbiamo conosciuto, è la Sua instancabile passione per il lavoro ed in particolare per i Vigili del Fuoco per il quale ha dedicato oltre quarant’anni della sua vita professionale. In questo lungo tempo Maurizio ha saputo accogliere con piena partecipazione le innovazioni tecnologiche che il Corpo ha avuto sia dal punto di vista strumentale che soprattutto organizzativo.

È stato altresì un valido punto di riferimento per i tanti colleghi che in questa evoluzione del Corpo si sono trovati a condividere con lui le problematiche che si manifestavano giorno per giorno nella vita del Comando. In questi anni è stata anche l’immagine conosciuta e riconosciuta nell’ambito delle Istituzioni Pubbliche dell’intera Regione.

Corre l’obbligo di ricordare anche la Sua proficua partecipazione all’attività associativa del Circolo ricreativo “Gian Luca Pennetti Pennella “ dove lo stesso, è stato co-fondatore ricoprendo inoltre per anni incarico di Vice Presidente.”

So che leggendo si incazzerà, ma so anche che ha gli occhi lucidi! Buona nuova vita “Capo” a nome di tutti i ragazzi del Centro Documentazione Video

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*