Valnerina, le casette Sae non reggono al gelo, i primi problemi a San Pellegrino

"Il problema più grave -  sottolinea Conti - oggi è soprattutto legato ai tubi gelati e in alcuni casi non viene nemmeno l'acqua calda"

Valnerina, le casette Sae non reggono al gelo, i primi problemi a San Pellegrino

NORCIA – E’ accaduto quello che qualcuno diceva da tempo. Ma le casette Sae reggeranno al gelo di questi giorni? Pare proprio di no. Sono arrivate le prime segnalazioni da alcuni cittadini che lamentano qualche problema. In Valnerina le temperature sono scese oltre il -10. A Cascia il termometro ha segnato – 15 e nei prossimi giorni potrebbe scendere ancora.

“Dai tetti delle nostre casette, dopo la nevicata, è penetrata umidità formando delle chiazze e stamani molte tubature si sono gelate, nonostante avessimo lasciato un filo di acqua aperto”. A segnalare il problema sono Rosa Napoleoni ed Enrico Conti da San Pellegrino di Norcia che abitano in due distinte casette Sae all’interno del secondo lotto consegnato nella frazione nursina.

“Già ieri alcuni abitanti di questo villaggio avevano notato delle chiazze di acqua sul soffitto – raccontano – e abbiamo quindi avvisato i tecnici che hanno installato le casette. Sono prontamente intervenuti, ma potranno verificare il perché di queste infiltrazioni ed eventualmente intervenire soltanto nei prossimi giorni”. “Il problema più grave –  sottolinea Conti – oggi è soprattutto legato ai tubi gelati e in alcuni casi non viene nemmeno l’acqua calda”. (Fonte Ansa)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*